Ford Kuga ibrida, elettrificata in tre modi con diesel e benzina

7633 0
7633 0

Ford Kuga ibrida spalanca la porta sul futuro del Marchio americano. Diventa quasi il manifesto di una corsa ragionata verso l’elettrico. La spallata del Coronavirus al mercato dell’auto e la mancanza di infrastrutture adeguate freneranno ancora a lungo la corsa verso l’elettrico puro.

E così Ford ragiona con la praticità di sempre e decide di offrire ai suoi clienti un ventaglio di proposte che spazi in ogni tipo di motorizzazione. Il laboratorio ideale per questo processo è proprio Kuga, il Suv medio che ha già venduto 134mila unità in Italia dal 2008 ad oggi.

Leggi anche: Nel 2021 arriva Mustang Mach 1, la sportiva speciale

La terza generazione, che offre un design più affilato e grintoso, arriva sul mercato con motori termici a emissioni ridotte (benzina e diesel) ma soprattutto con una gamma completa di propulsori ibridi.

Ford Kuga ibrida, le tre offerte: full hybrid, mild hybrid e plug-in hybrid

Si spazia dall’ibrido tradizionale, in stile Toyota tanto per intenderci, al mild hybrid (con il diesel EcoBlue 2.0 e 1.5 litri, abbinato a un generatore elettrico da 48 V), fino al Plug-in hybrid, ritenuto il più proficuo per contenere i costi di gestione dell’auto.

La Kuga alla spina

Grazie alla struttura split-power, che combina un motore a benzina 4 cilindri Atkinson da 2,5 litri, un motore elettrico e una batteria agli ioni di litio da 14 kWh, Kuga Plug-in produce una potenza totale di 225 cavalli.

Ford Kuga

Il dato centrale è che il sistema consente una trazione sempre ibrida, con ovvi vantaggi nei consumi. L’auto può percorrere 56 chilometri in solo elettrico e spingersi fino a 65 nel traffico cittadino. E quanto alla punta di velocità con la sola spinta ’verde’, Kuga arriva a 130 chilometri orari.

Per la ricarica servono 6 ore alla spina domestica e 3 ore alla wallbox o a una colonnina a corrente continua. Ma quello che più colpisce in questa versione Plug-in è l’ampia serie di modalità di guida.

Oltre a quelle legate alla situazione ambientale (normale, sport, eco, fondo scivoloso, sabbia/neve) ci sono quattro categorie (EV auto, EV now, EV later, EV charge) che consentono di dosare a piacere del guidatore l’utilizzo dell’energia elettrica.

Per esempio, metterla a disposizione subito se si entra in un centro cittadino oppure risparmiarla per una fase successiva se si marcia in autostrada; e ancora favorire il reintegro massimo dell’energia prodotta da frenate e decelerazioni.

Emissioni e vantaggi

Con 21 g/km di emissioni, gli ecoincentivi, l’accesso a Ztl, i parcheggi gratuiti e le ricariche a prezzi differenziati, i 38.250 euro del prezzo di partenza diventano una montgna molto più facile da scalare per il cliente. E la formula Idea Ford mette a disposizione Ford Kuga Plug-in con un anticipo di 3mila euro e un costo mensile di 385 euro.

L’alta connettività garantita dal sistema Ford Pass Connect permette di gestire anche da remoto, con il cellulare, alcune funzioni dell’auto (stato della ricarica, percorsi, temperatura interna, piani di viaggio)

E gli ausili alla guida evoluti avvisano del pericolo sulla carreggiata in tempo reale e trasmettono l’informazione ai conducenti che seguono. Davvero un’auto proiettata nel futuro.

Giuseppe Tassi

Ford Kuga ibrida, la galleria fotografica

Leggi anche: Ford Puma ST, in arrivo il SUV compatto e sportivo

Ultima modifica: 13 Maggio 2020

In questo articolo