BMW Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in, la prova | VIDEO

1554 0
1554 0

BMW Serie 2 Active Tourer è un crossover premium dal piglio sportivo. Un’auto perfetta per la famiglia che non rinuncia al piacere di guida, anzi lo esalta.

Corre fra questi due poli il successo erie 2 Active Tourer, oggi ribattezzata La2, in ossequio alla nuova nomenclatura del brand bavarese. Nata nel 2014 come prima Bmw a trazione anteriore, ha venduto 430 mila unità in 8 anni in tutto il mondo e 35 mila in Italia.

Oggi La2 ha una fisionomia e una caratterizzazione ancora più forte. Si comincia dall’estetica con il muso a doppio rene più prominente, un design decisamente sportivo e filante, sottolineato dai fari a led allungati. Ma le novità più corpose sono all’interno dove un display curvo si sdoppia in due schermi da 10,25 e 10,7 pollici.

Alta definizione, realtà aumentata e l’head up display rendono ancor più agevole la navigazione ed evidenziano in modo perfetto gli ostacoli, i segnali stradali e i punti di svolta.

La2 cresce in lunghezza (32 mm) e larghezza (24 mm), regalando un eccellente comfort ai passeggeri, un ampio bagagliaio (fino a 1455 litri con i sedili abbassati) e il piacere di un massaggio durante la guida.

Come vanno le versioni plug in 225e e 230e

Il cambio automatico a 7 rapporti e le sospensioni adattive garantiscono una marcia morbida e senza scosse, ma basta cambiare modalità di guida e il crossover si trasforma in un’auto grintosa, aggressiva, pronta a mordere la strada e a pennellare senza indugio anche le curve più insidiose.

I motori al lancio sono i tre cilindri 218d (diesel), 218i e 220i (benzina mild hybrid) e il 4 cilindri 223i disponibile anche a trazione integrale.

In estate arriveranno le versioni plug in 225e e 230e, che nel test di Malaga hanno offerto riscontri molto probanti in termini di prestazioni e risparmio carburante.

BMW Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in, la prova

Costruita a Lipsia in una fabbrica a emissioni ridotte, La2 è un prodotto della quinta generazione della iDrive technology e porta con sè le evoluzioni sperimentate su iX e i4.

I progressi sono evidenti anche nei numeri: fino a 90 km di autonomia in solo elettrico (+53%), autonomia totale che sale a 605 km (+44%), consumi che si assestano a 7,3 l100 km e prestazioni super: 5,5 secondi da 0 a 100 orari.

Efficiente e scattante

Di tutto questo è testimone la prova su strada in un accidentato percorso sui colli intorno a Malaga, dove il sistema intelligente del crossover Bmw recupera in modo adattivo l’energia in frenata e in discesa. Reintegrando in modo evidente i consumi della batteria.

Il recupero adattivo avviene in due modalità- Personal ed Efficient, appositamente tarate per favorire il massino reintegro dell’energia elettrica nella batteria.

Ma l’anima corsaiola e sportiva del brand non sparisce, perché attivando il booster, grazie a un’aletta posta al lato del volante, l’auto è percorsa da un surpuls di energia. Che la fa scattare come una molla o ripartire in piena velocità per un sorpasso.

Un’auto e due anime, comodità e piacere di guida insieme: il gioco è fatto.

Giuseppe Tassi

BMW Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in, le foto

Leggi ora: BMW celebra un 2021 da record e rilancia nel 2022 con elettrificazione e tecnologia:

Ultima modifica: 8 marzo 2022

In questo articolo