Battery swap, Shell e Nio puntano sulle stazioni del cambio delle batterie

1324 0
1324 0

Battery swap, il cambio robotizzato delle batterie scariche con quelle caricheNio e Shell puntano su questa alternativa. Che ritengono competitiva per l’approvvigionamento di energia per le auto elettriche perché sicura e rapida, anche rispetto alle colonnine ultra fast HPC (High Power Charge).

Una sinergia di fatto già operativa. Dal 2022 Nio, Marchio cinese, e Shell, colosso multinazionale dell’energia avvieranno una collaborazione votata allo sviluppo di una rete per il battery Swap.

La Casa asiatica ha 300 stazioni n Cina e ha come obiettivo di allargare rete in madrepatria entro il 2025 e arrivare anche nel Vecchio continente.

La collaborazione è nata per espandere i rispettivi mercati. Nio a oggi commercia le sue vetture in Norvegia. Prossimamente punta a iniziare in Germania e progressivamente anche in altri stati europei.

Dal canto suo Shell ha intenzione di espandersi in Cina. Offrendo in cambio la sua estesa rete di stazioni in Europa, proprio a partire dalla Norvegia, per sviluppare l’attività che potrebbe rappresentare davvero una opzione.

Il tempo di un caffè

Secondo Nio, il plus del battery swap consiste nella velocità. La sostituzione robotizzata di batterie avviene in tre minuti. A spanne, il tempo necessario per fare un pieno di benzina o di un caffè. Non sarebbe male.

Ultima modifica: 1 Dicembre 2021

In questo articolo