Alfa Romeo Tonale, tutte le novità del nuovo Suv elettrificato | VIDEO

2921 0
2921 0

Alfa Romeo Tonale è arrivata, leviamoci il cappello. Per il Biscione è l’auto del presente e del futuro.

Prima Alfa Romeo elettrificata, completamente connessa e prima vettura sul mercato con tecnologia di NFT (non-fungible token), il certificato digitale incorruttibile che accompagna il veicolo per tutta la vita.

Sarà disponibile sul mercato dal 4 giugno, e ordinabile ad aprile nella Edizione Speciale. 

lfa Romeo Tonale

QN Motori l’ha toccata con mano e conosciuta al Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Dove Tonale ha sorpreso, fedele nel design al concept presentato nel 2019 al Salone di Ginevra. E proiettata nel domani con novità sottotetti gli aspetti.

Leggi anche: il CEO Imparato racconta la nuova Alfa

Le dimensioni sono quelle di un Suv compatto, lunghezza 4.53 metri (Stelvio è 4,69 metri) larghezza 1.84 m. e altezza 1.6 m)..  Il frontale tiene fede alle aspettative di vera Alfa Romeo, confermati i fari a led, di serie su tutti gli allestimenti (Adaptive Matrix a richiesta).

Bellissimi, a tre moduli, omaggio a SZ, Proteo e Brera, che assieme al grande scudetto formano il mitico trilobo che distingue la Casa. La formula 3+3 a led è replicata al posteriore con la fascia luminosa che arriva al logo.

Le citazioni non mancano, al passato remoto e prossimo. Il profilo GT Line riprende quello della Giulia GT e lunotto e vetri posteriori, avvolgenti e curvi, ricordando la bellissima 8C competizione. Come i cerchi in lega, da 17 a 20 pollici, che ripropongono, in chiave contemporanea, lo stilema a teledial  o “disco telefonico”.

Bella lo è davvero Tonale, anche in abitacolo. Da vera Alfa è drive centric, non drive oriented. Tutto punta al guidatore, raffinata nei materiali e precisa nell’assemblaggio. La nuova vettura è assemblata a Pomigliano d’Arco. Nasce su una linea specifica, con ben 900 robot, dove l’imperativo è l’alto livello di qualità costruttiva.

Novità assolute anche negli interni. Che esibiscono lo schermo della strumentazione digitale da 12,3 pollici completamente configurabile e il display dell’infotainment da 10,25 pollici con sistema operativo Android e 4G con aggiornamenti “Over The Air”, via etere.

La strumentazione riprende la grafica a “cannocchiale”come le storiche Alfa. Con tachimetro e contagiri digitali, con i numeri iniziali e finali “rovesciati”, tipica configurazione delle auto da corsa per mantenere l’attenzione sulla zona “calda”, quella più utilizzata.

Bellissimo il volante compatto, adornato dalle palette in alluminiò del cambio automatico. Ovviamente c’è la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Altra chicca, Tonale è la prima auto al mondo a far esordire la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token). Si tratta di un certificato digitale NFT, basato sul concetto di “blockchain card”, un registro digitale secretato e non modificabile sul quale vengono riportate le principali informazioni.

Secondo la volontà del proprietario, l’NFT riporterà i dati sulla vita di Tonale. Generando una certificazione che potrà essere utilizzata come garanzia del buon mantenimento. Un dato autentico per chi vende e per chi compra l’usato.

Grazie all’integrazione con l’assistente vocale Amazon Alexa, oltre ai noti comandi di controllo è disponibile il “Secure Delivery Service”, che fa Tonale punto di consegna, sbloccando le porte e consentendo al corriere di depositarli all’interno. Tra le informazioni c’è anche il Dynamic Range Map, che sulla navigazione mostra l’autonomia in ogni direzione.

A proposito, il bagagliaio di Tonale ha una capacità di carico di 500 litri (Jeep Compass di ferma a 438 litri). Notevole per una Segmento C e non lontana da Stelvio (525 litri). I sistemi di assistenza alla guida offrono un pacchetto ADAS di secondo livello avanzato, che controlla e nel caso corregge mantenimento corsia, acceleratore e frenata.

Per quanto riguarda il comportamento dinamico attivo, nelle mani del guidatore, Tonale propone uno scenario da primato nella sua categoria. Grazie anche a una ottimale distribuzione dei pesi, 52:48.

Queste le motorizzazioni, tutte dotate di cambio automatico di serie.

Tonale Hybrid, a trazione anteriore fa esordire il nuovo quattro cilindri 1.5 turbo benzina. In due versioni: da 130 cavalli e 240 Nm di coppia e 160 cavalli. Abbinato al cambio automatico a doppia frizione a sette marce dove è integrato un motore elettrico con sistema 48 Volt capace di fornire 15 kW (20 cavalli) e 55 Nm. Ibrido leggero, ma attivo, in grado di trasmettere moto alle ruote anche quando il propulsore a benzina è spento. Ovvero a basse velocità, nelle manovre di parcheggio e in fase di veleggiamento spinge l’elettrico. La versione da 160 cavalli è la più avanzata nel genere del Gruppo Stellantis. Dispone del sistema VGT (Variable Geometry Turbo) dotato turbocompressore a geometria variabile e iniezione diretta di benzina 350 bar.

Tonale Diesel è spinto dal 1.6 da 130 cavalli e 320 Nm di coppia.

Il vertice è rappresentato da Tonale Plug-in Hybrid Q4 da 275 cavalli, versione alla spina a trazione integrale elettrificata. Sfrutta la sinergia tra il 1.3 MultiAir da 180 cavalli che spinge all’anteriore e il motore elettrico da 90 Kw al posteriore. Accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e grazie alla batteria, garantita 8 anni o 150.000 km, dalla capacità di 15,5 kWh garantisce una autonomia elettrica di 80 km nel ciclo urbano e di 60 km in quello combinato.

Carattere da Alfa Romeo

Non solo potenza. Tonale punta a un piacere di guida da prima della classe. Dotato dello sterzo più diretto (rapporto di 13,6) della sua fascia, sospensioni McPherson anteriori e posteriori. A richiesta le sospensioni elettroniche Dual Stage Valve, sviluppate insieme a Marelli. Permettono a Tonale di avere due anime, Comfort o Sport.

E’ anche l‘unica che adotta l’Integrated Brake System (IBS). Si tratta del sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno. Le pinza dei freni sono Brembo.

Sulle versioni Hybrid e Diesel, ovvero le trazione anteriori, è di serie il differenziale autobloccante elettronico. Mentre sulla plug-in la trazione integrale ibrida Q4 fornisce una coppia maggiore rispetto a quella di una convenzionale. Soprattutto garantisce la possibilità di regolarla con precisione sia nelle fasi di spunto sia nella guida a quattro ruote motrici più impegnativa. Ovvero quando è necessario un rapporto di trasmissione ridotto.

Le premesse sono da vera Alfa Romeo per immediatezza della risposta, tenuta di strada precisione di sterzo La Casa dichiara che rispetto alla migliore concorrenza, tedesca si presume, Tonale presenta un rollio inferiore del 20%, risposta di sterzo e sospensioni superiori del 36% e 22%. Il tutto per un rendimento complessivo di vertice assoluto.  Come la vedete, è come si guida” dice Alejandro Mesonero Romanos capo del Design Alfa Romeo.

Alfa Romeo Tonale – Alejandro Mesonero Romanos

Fedele alla gamma, Tonale, oltre alla Edizione Speciale di esordio, sarà disponibile in due allestimenti. Super e Ti, che rispettivamente avranno a disposizione i pacchetti Sprint e Veloce, il top assoluto. Il prezzo di partenza sarà di circa 35.000 euro.

L’abbiamo aspettata a lungo Tonale, per come si è presentata, in forma e in sostanza, ne è valsa davvero la pena.

Alfa Romeo Tonale, le foto ufficiali

 

Ultima modifica: 21 marzo 2022

In questo articolo