Alfa Romeo e Samsung, alta tecnologia nella fabbrica di Cassino

2685 0
2685 0

Alfa Romeo e Samsung, alta tecnologia nella fabbrica di Cassino. Sorto nel 1972 in prossimità della storica abbazia benedettina, lo stabilimento di FCA a Cassino (Frosinone) ha finora prodotto oltre 7,3 milioni di vetture. E si è ingrandito fino a raggiungere gli attuali due milioni di metri quadrati, di cui 530 mila coperti.

La capacità produttiva dell’impianto è di circa 1.000 vetture al giorno. I dipendenti sono circa 4.300. Rinnovato con l’avvio della produzione di Alfa Romeo Giulia e Stelvio, attualmente lo stabilimento rappresenta la miglior sintesi della sapienza costruttiva di FCA in campo automobilistico mondiale. Ha implementato e allineato tutte le tecnologie per realizzare prodotti speciali. Ovvero: motori all’avanguardia; perfetta distribuzione dei pesi; soluzioni tecniche uniche; eccellente rapporto peso/potenza.

Alfa Romeo e Samsung per l’ottimizzazione dei processi negli insediamenti produttivi

FCA ha lavorato alla digitalizzazione degli impianti produttivi con diversi partner. Per affinare l’efficienza della catena produttiva e contribuire a una migliore qualità del lavoro degli addetti di linea. In questo ambito è iniziata la relazione tra FCA e Samsung. La prima fase del processo di digitalizzazione ha riguardato la massa di informazioni disponibili all’interno delle fabbriche.

Sono stati integrati dei dispositivi di visualizzazione – monitor Samsung ad alta luminosità lungo la linea di produzione, eBoard touchscreen in alcuni punti strategici – sui quali viene mostrato l’andamento della produzione stessa. Nel caso di situazioni anomale, vengono generati degli avvisi presi immediatamente in carico.

La seconda fase del progetto di digitalizzazione, ha portato i team leader a identificare le esigenze. E a disegnare personalmente le soluzioni e i dispositivi che avrebbero potuto aiutarli a svolgere al meglio il lavoro. Sono emerse due soluzioni che, integrate tra loro, avrebbero potuto rispondere alle esigenze e alla maggiore efficienza. Uno smartphone e uno smartwatch.

Samsung ha messo a disposizione dispositivi e una soluzione. Samsung Knox, personalizzabile e in grado di garantire la totale sicurezza dei dati presenti sul terminale. Samsung Knox trasforma un dispositivo in uno smartphone o tablet adatto alle esigenze professionali.

Leggermente diverso il discorso relativo all’adozione degli smartwatch da destinare al personale di linea. E’ sicuramente uno degli aspetti più innovativi del progetto di digitalizzazione. Un dispositivo “indossabile” è utilizzato all’interno dell’impianto produttivo per snellire i processi, migliorare i flussi e l’ergonomia del lavoro.

L’orologio “intelligente” Samsung Gear S3 Frontier ha permesso la totale personalizzazione del dispositivo. Ed è l’unico presente sul mercato che può essere utilizzato in tutte le sue funzioni senza dover essere necessariamente connesso a uno smartphone. Totalmente integrato con il MES (Manufacturing Execution System) di FCA – il sistema informativo che gestisce l’intero sistema produttivo – il dispositivo Samsung è utilizzato come dotazione professionale in alcuni tratti della linea produttiva.

Come funziona lo smartphone sulla linea

Raggiunta la propria postazione, l’operatore riceve dal MES la lista delle operazioni da compiere sul veicolo in lavorazione. Completata l’operazione, invia la conferma tramite il Gear S3 Frontier. L’attività viene registrata come conclusa e la linea di produzione può proseguire alla fase successiva. Nel caso in cui, invece, un’operazione non possa essere eseguita per qualsiasi ragione, l’operatore è in grado di generare dal dispositivo una segnalazione verso il team leader responsabile.

Ultima modifica: 17 Maggio 2017

In questo articolo