Si punta sul biometano, maxi investimento di Coprob Italia Zuccheri

453 0
453 0

Obiettivo, la costruzione, in tre anni, di 10 impianti per la produzione di biometano agricolo, ottenuto da sottoprodotti della barbabietola da zucchero e della sua lavorazione (polpe, foglie e colletti), effluenti zootecnici degli allevamenti vicini e colture dedicate da biomassa.

In numeri: 70 milioni di euro di investimenti e una capacità produttiva annua di 20 milioni di metri cubi di biometano.

I primi a entrare in funzione, gli impianti esistenti di Coprob Italia Zuccheri, che già producono biogas a Minerbio (Bologna), Pontelongo (Padova) e Finale Emilia (Modena), che verranno convertiti a biometano.

Con la crisi energetica, lo zucchero italiano diviene quindi ‘cibo circolare’ e dà il via alla prima filiera industriale del Paese interamente agro-energetica, nel territorio tra Emilia-Romagna e Veneto dove si produce l’unico zucchero 100% made in Italy grazie al lavoro di 4.500 aziende bieticole associate, su un bacino di conferimento di oltre 30.000 ettari.

 

Ultima modifica: 21 agosto 2022