Nissan BladeGlider, tre posti elettrica sportiva e scatenata

3960 0
3960 0

Il nuovo prototipo 100% elettrico Nissan BladeGlider sceglie il circuito di Goodwood per il primo test drive europeo. Dopo il collaudo sul tracciato di Monaco, BladeGlider partecipa alla Supercar Run della celeberrima cronoscalata di Goodwood nei primi tre giorni dell’evento e scende in pista per le prove nella giornata conclusiva di domenica. Quando non è impegnato in gara, il prototipo resta in esposizione nel paddock, dove i visitatori hanno modo di osservarla da vicino.


L’alimentazione è 100% elettrica ed eccezionalmente potente, grazie al contributo tecnico di Williams Advanced Engineering, partner di Nissan per il progetto BladeGlider, che ha lavorato al sistema di trazione. La velocità massima dei prototipi supera i 190 km/h, con uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. La trazione posteriore è fornita da due motori elettrici da 130 kW, uno per ruota.

Il modello è un’evoluzione del concept di BladeGlider presentato al Motor Show di Tokyo nel 2013 e testimonia l’impegno di Nissan nello sviluppo di veicoli a emissioni zero e di nuove tecnologie automobilistiche: sicure, autonome, connesse e integrate.

Con BladeGlider, Nissan ha voluto creare un veicolo elettrico (EV) agile ed efficiente, ma in grado di offrire emozioni e divertimento di alto livello: un’auto in grado di “scivolare” silenziosamente (in inglese glide, appunto) in virtù della propulsione elettrica e alla sua forma aerodinamica.
Dopo due anni di progettazione, messa a punto ingegneristica e sviluppo, Nissan BladeGlider si è evoluta in un esempio concreto delle potenzialità degli EV in termini di alte prestazioni e piacere di guida. BladeGlider è simbolo della Mobilità Intelligente, una filosofia che aspira a migliorare i sistemi di guida, l’alimentazione e l’integrazione delle auto nella società.

Nissan BladeGlider, il telaio speciale

Il nuovo prototipo ha una sofisticata configurazione del telaio, con la carreggiata anteriore più stretta di quella posteriore, in modo da ottenere la massima efficienza aerodinamica ottimizzando la stabilità di manovra.
L’alta linea di cintura e le portiere a diedro, incernierate posteriormente, creano un’immagine di grande impatto. Il tetto aperto di BladeGlider è rinforzato con una struttura di protezione antiribaltamento integrata, per unire l’ebbrezza del vento tra i capelli alla sicurezza di una coupé.


I comandi sul volante gestiscono i sistemi di BladeGlider, con immediato riscontro sul display del cruscotto, che mostra le informazioni su velocità, stato di carica della batteria, modalità rigenerativa e curva di coppia. Accanto al display centrale ci sono due schermi con le immagini delle telecamere per la visione posteriore, montate dietro le ruote anteriori. Questo sistema a doppio schermo è un’alternativa ai retrovisori tradizionali e migliora l’efficienza aerodinamica di BladeGlider. A bordo la disposizione dei posti è “a punta di freccia”, con il guidatore lievemente avanzato rispetto ai due passeggeri, che godono di un ampio spazio per le gambe. Il parabrezza si estende lungo tutto l’abitacolo, offrendo una vista panoramica agli occupanti

Il sistema è inoltre dotato della tecnologia Torque Vectoring per controllare l’erogazione di coppia all’assale posteriore e ottimizzare la manovrabilità. In condizioni di sottosterzo, il sistema di controllo invia automaticamente più coppia alla ruota esterna per ripristinare l’equilibrio dinamico. Progettato per esaltare l’esperienza di guida e non per imbrigliarla, il sistema Torque Vectoring ha tre impostazioni: disattivato, agile e modalità “drift”.

La potenza è fornita da una batteria agli ioni di litio da 220 kW in cinque moduli ad alte prestazioni. Per la batteria e i motori sono stati sviluppati dei sistemi di raffreddamento “su misura”.

Nissan BladeGlider, gli interni

Gli interni rispecchiano l’anima sportiva del veicolo, con cinture di sicurezza a quattro punti per tutti gli occupanti. I sedili avvolgenti offrono un eccezionale sostegno laterale e per le gambe, sia al guidatore che ai passeggeri. Il rivestimento dei sedili è in tessuto misto a resina epossidica, un materiale estremamente resistente e antiscivolo, ideale per le alte velocità.


I colori disponibili sono due: Cyber Green e Stealth Orange. Questi colori vengono applicati alla parte alta degli schienali e incorniciati da un materiale rifrangente color argento, che esalta l’originalità del look sportivo. La base dei sedili è nera con la superficie lavorata, con una banda di verde e arancione che contorna il cuscino.

Ultima modifica: 28 Giugno 2017

In questo articolo