Mobilità a Milano, 1,5 milioni di km di corse a bordo dei monopattini Voi Technology, di cui il 56% è intermodale

207 0
207 0

Voi Technology, l’azienda svedese leader in Europa nel settore della micromobilità elettrica condivisa, annuncia il superamento del traguardo del milione e mezzo di chilometri percorsi sui suoi monopattini in sharing a Milano in meno di due anni. L’annuncio, effettuato nel contesto di Smart City NOW, si accompagna alla presentazione del progetto “Città fatte per essere vissute”  che la società svedese sta realizzando in tutta Europa grazie allo sviluppo delle sue proposte di integrazione alle piattaforme MaaS, per aiutare a realizzare una vera “Milano in 15 minuti” o, appunto, una Milano fatta per essere vissuta.

L’analisi realizzata da Voi parte da alcuni dati macro. Innanzitutto, il numero di automobili totali nel mondo, attualmente 1,4 miliardi, crescerà sino a toccare quota 2 miliardi entro il 2030. Non solo: il 72% delle emissioni di gas serra è attribuibile alle aree urbane, e la percentuale è in crescita. L’ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) dimostra che le città devono essere riprogettate per far fronte ai cambiamenti climatici.

Il primo passo verso una città a misura d’uomo è quello di liberare le strade dalle auto private. Secondo l’OCSE, il 50% dello spazio pubblico delle città europee è dedicato alle automobili, nonostante in media, le auto rimangono parcheggiate per il 95% della giornata. È quindi tempo che le persone si riapproprino delle loro strade. Per quanto riguarda l’Italia nello specifico, il 12% delle emissioni di CO2 è direttamente legato alla guida di automobili e sono oltre 50 mila le morti premature dovute all’esposizione eccessiva ad inquinanti atmosferici. A questo scenario va aggiunto che l’80% degli incidenti mortali avvenuti con biciclette o monopattini coinvolge un veicolo a motore e che l’80% dello spazio pubblico delle città italiane è dedicato alle automobili, ben al di sopra della percentuale europea che si attesta al 50%.

Una ricerca condotta da Voi Technology sui propri clienti nel 2021, ha fatto emergere che il 16% dei clienti italiani di Voi ha scelto di utilizzare il monopattino in sharing al posto della propria auto privata per quei determinati tragitti, nel segno del cosiddetto “modal shift” ovvero il cambio di utilizzo del mezzo di trasporto da parte del cittadino e, in questo caso, dall’auto al servizio in sharing integrato ad altri servizi di trasporto pubblico e in sharing. A livello locale, significa che Voi, in quasi due anni di servizio a Milano, ha contribuito ad evitare circa 100.000 viaggi in auto privata in città: 50.000 all’anno. Questo dato equivale a 50 tonnellate di CO2 e 20 Kg di PM2.5 che non sono stati emessi.

Inoltre, il servizio Voi Technology, a Milano come anche in altre città, ha integrato gli spostamenti di primo ed ultimo miglio in città da o per fermate del servizio pubblico come bus, tram, metropolitana o stazioni dei treni. Queste “corse intermodali” rappresentano il 56% del totale delle corse effettuate a Milano. Segno che il servizio di micromobilità in sharing è un attore fondamentale per il completamento dell’offerta di trasporto pubblico.

Oggi Milano è la 100° città più trafficata al mondo nonostante sia la 372° città e la 67° area metropolitana per popolazione. Ciò significa che il traffico di Milano è quasi 4 volte più congestionato del necessario. Per un itinerario che richiederebbe 30 minuti di tempo, a Milano ne richiede mediamente 38.

Il traffico a Milano

5 giorni e 3 ore è la quantità di tempo che, ogni anno, ogni cittadino milanese trascorre imbottigliato nel traffico cittadino. Nella vita media di una persona (80 anni) e considerando la sua vita lavorativa (45 anni) si tratta di perdere circa 229 giorni di vita, ovvero circa sette mesi e mezzo bloccati nel traffico.

In questo senso, la mission di Voi Technology implica il miglioramento dell’accesso al trasporto pubblico, il suo relativo incremento e utilizzo intermodale con la micromobilità in sharing e, in parallelo, la riduzione del numero di auto private sulle strade. Grazie a integrazioni “light” o “deep” con MaaS pubblici e/o privati, ciò è già stato sviluppato in diverse città europee, come ad esempio nel caso di Stoccarda, Helsinki e Berlino.

Magdalena Krenek

“Se non ora, quando?” Commenta Magdalena Krenek, General Manager Voi Technology Italia. “Realizzare una Milano in 15 minuti è possibile fin da ora. Voi è in prima linea con soluzioni ad hoc per le aziende del trasporto pubblico urbano, in modo da aumentare l’utilizzo dei trasporti condivisi: dalla metropolitana al monopattino, passando per i bus e i tram fino ai taxi. I risultati dei progetti che abbiamo effettuato a Berlino, Helsinki e Stoccarda parlano chiaro: un’integrazione dei servizi di micromobilità elettrica condivisa aumenta anche la vendita dei biglietti per il servizio di trasporto pubblico – fino al +35%. Siamo pronti a effettuare progetti concreti anche a Milano, per creare una ‘città fatta per essere vissuta’, libera dalla dipendenza dall’auto privata”.

 

Ultima modifica: 22 giugno 2022