Metano per auto, semplificazione procedure di revisione serbatoi

536 0
536 0

Continua l’attività di Federmetano volta a sensibilizzare i decisori politici per rendere sempre più fruibile il gas naturale per autotrazione.

Uno dei temi a cui la Federazione presta particolare attenzione è la semplificazione delle procedure di revisione dei serbatoi, oggetto di incessante confronto con le Istituzioni preposte al fine di snellirle e agevolarle, cosa che va a favore dei metanautisti in termini di tempo e costi.

Il risultato più recente di tale impegno è l’interrogazione parlamentare presentata, il 15 luglio scorso, dall’Onorevole Davide Gariglio e destinata al Ministero della Transizione Ecologica e al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Obiettivo dell’interrogazione alla Camera è velocizzare l’iter di approvazione del Decreto interministeriale sulla semplificazione delle procedure di revisione serbatoi di metano.

Nello specifico l’On. Gariglio, che Federmetano ringrazia per l’attenzione e l’impegno profusi, nella sua interrogazione ricorda che le criticità legate alle procedure di revisione “sono state aggravate esponenzialmente dalla pandemia e le conseguenze sono ricadute, in primo luogo, sui possessori di macchine a metano che sono penalizzate da tempistiche troppo lunghe per aggiornare il proprio veicolo e circolare in sicurezza sul territorio nazionale, anche in vista dei prossimi spostamenti estivi”.

A fronte di tali considerazioni i quesiti posti pongono l’accento sui seguenti punti: quando verrà emanato il decreto interministeriale previsto dal comma 2 dell’articolo 62-bis del decreto- legge n. 76 del 2020; per quali giustificati motivi non sia stato ancora adottato e se le misure di semplificazione proposte dalle associazioni del settore saranno accettate.

Dante Natali nuovo presidente Federmetano
Dante Natali, presidente Federmetano

Dante Natali, Presidente Federmetano, ha precisato in proposito che:

nel confronto con i decisori politici il nostro obiettivo è uno solo: fare in modo che quante più persone possibile possano muoversi da subito a impatto zero, con soluzioni che siano economicamente sostenibili. Il gas naturale, soprattutto se di origine bio, permette di conciliare la necessaria corsa alla sostenibilità e l’inevitabile rallentamento dell’economia nell’era del Covid-19, essendo una tecnologia matura e immediatamente utilizzabile senza ulteriori investimenti. Rimuovere le criticità che possono inibire un incremento dell’utilizzo del CNG in autotrazione è indispensabile per dare una maggiore spinta alla diffusione del biometano”.

“L’andamento delle immatricolazioni delle auto a metano negli ultimi mesi è incoraggiante, a gennaio-giugno 2021 abbiamo registrato un +22% rispetto allo stesso periodo del 2019. Numeri che mostrano la fiducia dei consumatori in questa virtuosa tecnologia. È necessario non disattendere tale fiducia e lavorare per incrementarla, dando al cittadino la possibilità di scegliere un prodotto di immediato utilizzo e agevole manutenzione. Ricordo che più utenti acquistano oggi auto a metano più persone si muoveranno a biometano, con benefici che ricadranno su tutta la comunità”.

Ultima modifica: 22 luglio 2021