La prima auto elettrica Volvo sarà prodotta in Cina

3075 0
3075 0

Volvo produrrà il suo primo veicolo elettrico in Cina. Che l’azienda svedese fosse in in piena attività sul fronte a zero emissioni lo sapevamo già: ne avevamo parlato in questo articolo. Ma ora si aggiunge qualche interessante dettaglio, tra cui appunto la scelta del paese che inaugurerà il capitolo elettrico Volvo. La notizia arriva dal magazine Automotive News Europe, che cita fonti non esplicitate ma a detta loro molto vicine al brand.

PERCHÉ IN CINA
Non si sa ancora che tipo di veicolo sarà, se un suv, una berlina o altro. Ma qualche interrogativo comincia a trovare risposta. È certo infatti che l’auto si baserà sul pianale modulare compatto CMA, che Volvo ha realizzato in collaborazione con il marchio cinese Lynk & CO. Le due aziende sono praticamente sorelle: entrambe fanno parte infatti della Zhejiang Geely Holding.
Ma non si tratta solo di una questione di proprietà. La Cina è, nei piani di Volvo, il principale centro produttivo e il più grande mercato su cui puntare. Decidere di fare qui la sua prima vettura elettrica conferma questo approccio. La casa automobilistica ha per esempio recentemente spostato la produzione della S90 dalla Svezia alla Cina, e dal suo stabilimento di Daqing partiranno i veicoli da esportare in tutto i mercati mondiali, tra cui Europa e Stati Uniti.

IN PRODUZIONE DAL 2019
La prima auto elettrica Volvo verrà introdotta sul mercato nel 2019. Ulteriori dettagli su tipo di veicolo, specifiche tecniche e piani di sviluppo saranno forniti al prossimo Salone di Shaghai (21-28 aprile 2017). L’ambizioso obiettivo di Volvo, comunque, è quello di arrivare a produrre 1 milione di veicoli elettrici entro il 2025.

Ultima modifica: 14 Aprile 2017