Dyson: dagli aspirapolvere alle auto elettriche. Ecco la sfida

2385 0
2385 0

In molti conosceranno Dyson, famosissimo marchio di aspirapolvere fondato dal magnate inglese sir James Dyson, l’inventore della tecnologia che permette di aspirare lo sporco senza l’uso di sacchetti. Ebbene, forte della propria capacità di innovazione e delle abilità dei propri ingegneri, l’azienda ha deciso di provare a impegnarsi anche in un nuovo tipo di business: la produzione di auto elettriche.

LE PRIME AUTO ENTRO IL 2020

Il progetto è ambizioso. In una mail spedita ai propri dipendenti lo stesso James Dyson ha annunciato ufficialmente l’inizio dei lavori, prevedendo la produzione dei primi modelli di auto elettriche già entro il 2020.

Del resto le premesse erano già sotto gli occhi dei più attenti osservatori. A parte un’esperienza decennale nella realizzazione di batterie destinate ai suoi aspirapolvere (che al momento sono le “Ferrari” della pulizia), l’azienda inglese ha due anni fa ha speso circa 90 milioni di dollari per acquisire la Sakti3, una startup dell’Università del Michigan dedicata allo sviluppo di batterie di alta qualità.

Leggi anche: Per smart dal 2020 il futuro della citycar sarà solo elettrico | VIDEO

ALL’OPERA CI SONO GIÀ 400 PERSONE

L’annuncio ufficiale è arrivato in questi giorni, ma il progetto è partito ben prima. Sono infatti circa 2 anni che un corposo team di 400 ingegneri è già al lavoro, impegnati esclusivamente alla realizzazione delle quattro ruote elettriche di Dyson. Un obiettivo per il quale c’è stato un investimento iniziale di ben 2,7 miliardi di dollari.

Ultima modifica: 27 Settembre 2017