Auto elettriche: la Germania raddoppia gli incentivi

1457 0
1457 0

La Germania si mostra ancora più impegnata nello sviluppo della mobilità elettrica. Nella recente maxi-manovra da 130 miliardi di euro messa in campo dal governo tedesco per rilanciare l’economia patria, ci sono una serie di spintarelle dedicate al sostegno del mercato delle auto elettriche ed elettrificate. Non sono contemplati nel pacchetto di aiuti i veicoli a benzina e diesel. Anche i SUV, considerati dei mostri di emissioni, sono penalizzati con una salata tassazione ad hoc.

Leggi anche: Tesla: aiuti di stato in Germania per la Gigafactory di Berlino

Il punto più importante di questa manovra è rappresentato dall’aumento dei contributi federali concessi ai privati per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi plug-in (no mild hybrid o full hybrid), che passano da 3mila a ben 6mila euro a persona. Tale notevole aiuto si va a sommare a quello concesso dalle case automobilistiche, di 3mila euro: fatti i debiti calcoli, un tedesco che acquista un’auto elettrica nuova può risparmiare ben 9mila euro.

Un altro aspetto molto interessante, racchiuso nel pacchetto di provvedimenti pro elettrico del governo tedesco, è l’obbligo per tutte le stazioni di servizio della nazione di offrire delle colonnine di ricarica elettrica. Il governo federale ha infatti previsto un investimento di 2,5 miliardi, dedicato allo sviluppo di una rete capillare di centraline di ricarica e produzione di batterie. Le oltre 14.118 stazioni di rifornimento presenti sul suolo tedesco dovranno provvedere all’installazione di punti di ricarica elettrici. Questa iniziativa è stata pensata per scacciare il principale timore di un potenziale acquirente di veicoli elettrici: quando e dove posso ricaricare la mia auto?

La Germania dispone al momento di 27.730 stazioni di ricarica elettrica: l’obiettivo è di arrivare almeno a 70mila, più altri 7mila punti di ricarica rapida.

Ultima modifica: 4 Giugno 2020