Audi mild-hybrid anche sulla seconda generazione di A7 Sportback

2300 0
2300 0

Anche la seconda generazione di A7 Sportback sarà dotata di tecnologia mild-hybrid. Prima di questa, Audi aveva già elettrificato la gamma A8 e destinato la configurazione MHEV a 12 Volt ai motori 2.0 TFSI delle famiglie A4 e A5. Questi modelli godono delle agevolazioni per le vetture a basse emissioni. Esenzione dal bollo in dieci regioni e due province autonome, sosta gratis nelle linee blu, accesso alle zone ZTL.

A8 e A7 Sportback si avvalgono di serie del sistema MHEV (mild-hybrid electric vehicle) basato su di una rete di bordo principale a 48 Volt. Una soluzione tecnica che integra una batteria compatta agli ioni di litio e un alternatore-starter azionato a cinghia, collegato all’albero motore. Nel campo di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore, possono avanzare per inerzia (veleggiare) con il motore spento, quindi a emissioni zero, per un massimo di 40 secondi.

Non appena il guidatore accelera nuovamente, l’alternatore-starter azionato a cinghia esegue un processo di riavvio tanto rapido quanto impercettibile. Il sistema a 48 Volt porta in dote un’elevata potenza di recupero, fino a 12 kW, e la possibilità di ricorrere allo start/stop già a partire da 22 km/h.

Audi A8

La gamma Audi A4 e A5 è caratterizzate dal sistema MHEV a 12 Volt dedicato ai motori 2.0 TFSI da 190 e 252 CV. Il generatore a cinghia da 12 Volt consente l’ottimizzazione della funzione start&stop e permette lo spegnimento e la riaccensione del motore in fase di veleggio a qualsiasi velocità. Il sistema permette inoltre di utilizzare l’energia cinetica in fase di recupero e impiegarla per ricaricare la batteria dello starter.

Audi A4 Avant

Venti modelli elettrificati in 7 anni

Il rafforzamento dell’offerta ibrida s’inserisce nel piano di elettrificazione della gamma Audi, già forte delle versioni e-tron di A3 Sportback e Q7 con tecnologia plug-in. Un impegno che include il sostegno a molteplici programmi di sviluppo delle infrastrutture di ricarica in una road map che nei prossimi sette anni prevede l’elettrificazione di venti modelli.

Ultima modifica: 22 Febbraio 2018