A maggio mercato dell’auto in calo Vendite a -17,56% rispetto al 2007

1070 0
1070 0

L’Italia ha segnato un tonfo del 17,56% rispetto allo stesso mese del 2007 fermandosi a 204.607 immatricolazioni. E pur aumentando la quota di penetrazione, il bilancio, secondo i dati del ministero dei Trasporti, e’ negativo anche per Fiat che ha subito un calo dell’11,52% vendendo 51.644 auto

{{IMG_SX}}Maggio nero per il mercato dell’auto. L’Italia ha segnato un tonfo del 17,56% rispetto allo stesso mese del 2007 fermandosi a 204.607 immatricolazioni. E pur aumentando la quota di penetrazione, il bilancio, secondo i dati del ministero dei Trasporti, e’ negativo anche per Fiat che ha subito un calo dell’11,52% vendendo 51.644 auto. Con la caduta di maggio, quinto mese consecutivo in rosso, ormai si parla di crisi visto che da inizio anno sono state immatricolate 1 milione e 73.570 vetture con un meno 10,04% rispetto ai primi cinque mesi del 2007.Che gli italiani stiano rinviando l’acquisto dell’auto lo conferma anche il mercato dell’usato con una flessione del 4,98% e 435.038 trasferimenti di proprieta’.

 

Oltre alla Fiat hanno chiuso in passivo tutte le altre case ad eccezione di Skoda (+26,67%) e Chevrolet (+20,14%). Tra le frenate piu’ pesanti quelle di Toyota (-40,92%) e Kia (-53,66%) mentre tra i costruttori esteri il primato spetta ancora a Ford (14.392 immatricolazioni) ma con un calo del 27,90%, seconda Opel con 14.256 unita’ e un meno 22,11% e terza Volkswagen (13.493 e meno 19,59%). Nonostante la generale contrazione al Lingotto evidenziano l’aumento dell’1,7% al 32,7% della quota di mercato del gruppo Fiat che vede al vertice della classifica delle piu’ vendute la Grande Punto seguita da Panda e nuova 500 che ha superato le 77 mila unita’ vendute dal lancio.
 

 

Ma la crisi e’ anche Oltreoceano. Negli Stati Uniti, il mese scorso, il mercato ha segnato un -27,5% per General Motors, un -15,9% per Ford e un-4,3% per Toyota. Bene solo Smart (piu’ 12%). Un segnale che premia le piccole auto e boccia i costruttori di Suv: causa il carobenzina. Anche in Giappone, dopo un aprile in risalita il mercato dell’auto ha segnato una flessione, con una perdita del 6,1%.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017