Gomme verdi per risparmiare benzina e proteggere l’ambiente

956 0
956 0

 

 

{{IMG_SX}}Il primo passo da fare, per risparmiare benzina e proteggere l’ambiente, e’ quello di controllare la pressione dei propri pneumatici. Guidare con una pressione troppo bassa, infatti, non e’ solo un rischio per la propria sicurezza (una pressione errata puo’ essere un serio pericolo poiche’, diminuendo la stabilita’ del veicolo, cresce il rischio di incidenti), ma aumenta anche i consumi di carburante. Gli pneumatici contano infatti per il 20 per cento dei consumi per le automobili e per il 30 per cento nei camion: questo vuol dire che un pieno su cinque viene utilizzato per vincere l’attrito generato dalle coperture sull’asfalto. A una velocita’ costante di 90 km/h, per esempio, una pressione di 1 bar piu’ bassa rispetto a quella consigliata nel libretto dell’auto, porta a un incremento nei consumi di carburante compreso tra l’1 e il 3 per cento.

 

Questo si traduce in un aumento delle emissioni pari a 200kg di CO2 per ogni vettura in un anno. E’ quanto e’ emerso da uno studio della FIA Foundation e Bridgestone che ha stimato in 8 miliardi di litri il quantitativo di carburante sprecato ogni anno in questo modo e in 18,4 milioni di tonnellate le emissioni aggiuntive di CO2 causate dall’errato gonfiaggio degli pneumatici. Inoltre, la pressione sbagliata distrugge oltre 55 milioni di pneumatici ogni anno. Una corretta pressione permette dunque di viaggiare in piena sicurezza e riducendo i consumi, aiutando a proteggere l’ambiente intorno a noi. Gli esperti raccomandano dunque di controllare la pressione almeno una volta al mese.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017