XF, l’eleganza del Giaguaro “Con un pieno fa 1313 Km”

941 0
941 0

Abbiamo provato l’ultima nata Jaguar. Guidando la XF 2.2 diesel sembra di ‘indossarla’, si ha una sensazione tra il cachemire e la calda e robusta lana inglese. La vettura e’ gia in commercio a 46.850 euro chiavi in mano

Roma, 30 settembre 2011 – L’eleganza del giaguaro. Chissa’ quante volte si e’ ‘giocato’, scrivendo, con questa definizione. Impossibile non farlo dopo aver provato la nuova XF 2.2 D sul ‘dritto’ prima e sulle contorsioni di una strada collinare poi. Guidando – o forse e’ meglio lasciandosi guidare – dall’ultima nata Jaguar, si ha una sensazione tra il cachemire e la calda e robusta lana inglese.

 

Il riferimento non e’ casuale, perche’ guidando la XF sembra di ‘indossarla’, ritrovandosi tutt’uno con la precisione del cambio, il potente motore e la seduzione di interni che trasmettono eleganza e sobrieta’ senza alcuna esagerazione stilistica.

 

Mentre l’asfalto scorre via, la tentazione di affondare sul pedale dell’acceleratore e’ difficile da tenere a bada, ma il senso di responsabilita’ (e gli autovelox..) non puo’ essere messo in discussione neanche dal potente motore quattro cilindri 2.2 AJ-i4D turbodiesel con sistema stop/start.

 

Un ‘animale’ da 190 cavalli che s’arrampica fino a una coppia di 450 Nm, passando da zero a 100 in 8 secondi, con una velocita’ massima di 225 km/h. Ma la vera sorpresa sono i consumi: 22,11 km/l sul ciclo combinato EU consegnano alla storia della Jaguar la vettura piu’ economica di sempre.

 

Addirittura incredibile il test effettuato da David Mdgwick, un collaudatore indipendente, che ha percorso 1.313 km partendo dalla fabbrica di Castle Bromwich (Birmingham) fino a Monaco di Baviera, consumando appena 64 litri di gasolio con una media di 4,9 litri ogni 100 km.

 

 All’interno della vettura, il colpo d’occhio e’ straordinario (una chicca gli sportellini a scomparsa che si aprono all’accensione del climatizzatore sull’ampio ed elegante inserto ‘metal’ della plancia) dove la finezza dei materiali, l’ampio ‘menu” tecnologico e un impianto audio premium Bowers & Wilkins da 1200 watt (con 17 speaker!), mettono a disposizione del pilota una ricchezza di soluzioni in pieno stile Jaguar.

 

Dal touch screen da 7 pollici, fino collegamento di mp3, due porte usb, Ipod e streaming da smartphone, l’esplorazione della plancia e’ una continua, elegante sorpresa. Difficile non essere sedotto dalla linea audace e muscolosa che a stento trattiene l’anima sportiva della XF, sublimata dal restyling della griglia, del cofano, dei parafanghi anteriori e dalle nuove prese d’aria laterali. Altro elemento di distinzione, quasi un marchio, sono le luci diurne J-blade (ricordano una lama ricurva) a led (lo sono anche le frecce, le luci d’arresto e le luci posteriori).

 

La nuova XF 2.2 e’ gia’ in commercio a 46.850 euro chiavi in mano. La 3.0 D V6 parte da 51.900 euro (la DS costa 57.450 euro) e si arriva fino alla XFR 5.0 S/C V8 da 95.450 euro.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017