Sempre Italia-Germania La Panda sfida la up! Duello fra le citycar

1139 0
1139 0

E’ sempre Italia-Germania. Colorate, frizzanti e tecnologiche costeranno intorno ai diecimila euro. E puntano entrambe a un pubblico giovane. Dite la vostra

Roma, 23 settembre 2011 – PANDA CONTRO UP! con tanto di punto esclamativo. Il leit-motive del salone di Francoforte e’ il duello fra la citycar di casa Fiat e la piccola Volkswagen disegnata da de Silva per catturare il pubblico giovane. Una sfida che rinnova l’eterno duello Italia-Germania rimodulato sul mondo dell’auto.

 

Colorate, frizzanti e tecnologiche (frenano da sole e hanno un navigatore portatile dei piu’ aggiornati) le due citycar sembrano fatte apposta per rivaleggiare nel segmento B, quello piu’ battuto dal grande pubblico.

 

L’assetto sbarazzino e la vistosa striscia verniciata che solca l’interno sono gli altri punti di contatto che hanno fatto esclamare a Marchionne: <<I tedeschi ci copiano in modo goffo>>. Ma in realta’ Panda e up! sono decisamente diverse e forse destinate anche a differenti tipi di clientela. La citycar italiana ha 5 porte (contro le 3 della tedesca) e’ piu’ lunga di 11 centimetri (3,65 contro 3,54) e piu’ alta di 7.

 

La Panda ha volumi arrotondati e muscolosi, la up! linee semplici e quasi sfuggenti, come nel portellone posteriore che ingloba i fanali. Oltre i 240 litri entrambi i bagagliai, promettenti le motorizzazioni. Panda mette in campo il pluripremiato bicilindrico Twin Air e il 4 cilindri multijet a benzina, up! un tre cilindri a benzina da 60 o 76 cavalli.

 

ENTRAMBE annunciano motorizzazioni anche a metano. Sara’ il mercato italiano, sulla base di un prezzo che oscillera’ intorno alle 10 mila euro, a decidere chi vincera’ la corsa. Ma di primo acchito la up! sembra piu’ una seconda auto, con variazioni suggestive nei concept Buggy e Gt, mentre Panda puo’ proporsi anche come auto da famiglia e non solo come calamita per il pubblico giovane.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017