Niente fallimento, Saab si riorganizza “Procedura permessa dalle leggi svedesi”

1277 0
1277 0

La procedura, che non riguarda le filiali estere della compagnia, dara’ all’azienda il tempo necessario ad attendere il via libera delle autorita’ di Pechino agli investimenti dei soci cinesi di Saab, con i quali sono gia’ stati firmati dei contratti

Roma, 7 settembre 2011 – Saab non dichiarera’ bancarotta ma ha chiesto accesso a una procedura di riorganizzazione prevista dalla legislazione svedese e senza equivalenti nell’ordinamento italiano. E’ quanto precisa un portavoce della casa automobilistica svedese.

 

La procedura, che non riguarda le filiali estere della compagnia, dara’ all’azienda il tempo necessario ad attendere il via libera delle autorita’ di Pechino agli investimenti dei soci cinesi di Saab, con i quali sono gia’ stati firmati dei contratti.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017