Quelli che la Simca: il marchio torna sul mercato delle low cost

1203 0
1203 0

Il gruppo Psa sta pensando di riproporre il glorioso marchio dismesso nel 1980.  L’obiettivo e’ quello di entrare nel segmento delle auto a basso prezzo e fare concorrenza alla Dacia

Roma, 31 gennaio 2011 – A volte ritornano, capitolo Simca. I nonni ne parlano con le lacrime agli occhi, per molti e’ stata la prima automobile acquistata con i propri risparmi. Fatto sta che da trentuno anni il marchio e’ rimasto inattivo, quasi dimenticato (dalla produzione, mai dalla gente). Ora, invece, Il gruppo PSA, di cui fanno parte Peugeot e Citroen, ha deciso di rispolverarlo, l’obiettivo e’ aggiungere al suo listino un nuovo marchio dedicato alle automobili low-cost. Il gruppo francese non vuole stare piu’ alla finestra a guardare da lontano il successo del fenomeno.
 

Lo scalpore sollevato dalla nuova tendenza low-price non ha lasciato indifferente il gruppo PSA che ha deciso, a quanto riferisce il sito Autoevolution, di puntare sul vecchio brand italo-francese. Il marchio Simca e’ stato fondato dalla Fiat nel 1934 e corrisponde all’acronimo di Societe’ Industrielle de Me’canique et Carrosserie Automobile. Nel tempo e’ passato attraverso diverse proprieta’, tra cui la Chrysler, prima di confluire nel gruppo PSA verso la fine degli anni settanta. Poco tempo dopo il marchio e’ uscito definitivamente di scena ma ora e’ considerato in pole position da PSA per attribuire un nome alla sua gamma di prodotti a basso costo.
 

Quando Renault ha acquisito il marchio rumeno Dacia, la stampa internazionale ha dedicato solo poche parole a un evento allora poco considerato e compreso. Ma sono passati solo pochi anni, le auto low-cost si sono diffuse a macchia d’olio e Dacia ha finito per produrre ricchi utili, tanto da destare l’interesse incondizionato in ogni angolo del mondo. Al momento non sono disponibili altri dettagli sulla rinascita del marchio Simca, ma e’ probabile che le notizie verranno a galla in fretta, non appena la PSA annuncera’ di voler entrare nel mercato low-cost dominato da Dacia.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017