Lamborghini Superleggera Al debutto la nuova Gallardo

731 0
731 0

La Casa bolognese lancia  la Gallardo Superleggera e allo stesso tempo e’ stata invitata a partecipare al Forum JEC sui Materiali Compositi 2010, che si svolgera’ a Parigi dal 13 al 15 aprile. Prezzo 175.400 euro ante tasse

27 marzo 2010 – Lamborghini rinnova l’operazione Superleggera del 2007 propondendo agli appassionati di supercar e di alta tecnologia la nuova Gallardo LP 570-4 Superleggera che  rappresenta lo stato dell’arte delle capacita’ innovative di Lamborghini, sia sul piano della riduzione dei pesi sia dal punto di vista del comportamento stradale e dell’erogazione della potenza.

 

Rispetto alla normale LP 560-4 la massa totale della Gallardo LP 570-4 Superleggera e’ stata ridotta di 70 kg grazie all’utilizzo di componenti in fibra di carbonio con il risultato di un peso a secco di 1.340 kg. La competenza di Lamborghini nel settore dei materiali avanzati (e’ in atto una collaborazione con Boeing per sviluppare le applicazioni future del carbonio, anche senza produzione in autoclave) ha permesso di migliorare il rapporto peso/potenza, con un incremento delle prestazioni e contemporaneamente – un’ulteriore riduzione delle emissioni di CO2.

 

Grazie al motore V10 di 5,2 litri che eroga 570 Cv la Gallardo LP 570-4 Superleggera raggiunge un rapporto peso/potenza di soli 2,35 kg/CV, che secondo Lamborghini e’ il migliore del segmento delle supersportive. Le prestazioni sono, di conseguenza, mozzafiato: la Superleggera scatta da 0 a 100 km/h in appena 3,4 secondi e raggiunge i 200 km orari in 10,2 secondi. In circuito o in assenza di limitazioni la velocita’ massima e’ di 325 km/h. Gli interventi sulla centralina di gestione e l’affinamento del sistema di iniezione diretta stratificata di benzina hanno permesso di ottimizzare anche i consumi ridotti, scesi nel ciclo misto a 13,5 litri/100 km e le emissioni di CO2, che sono state ridotte del 20,5%.

 

La nuova Gallardo LP 570-4 Superleggera sara’ commercializzata al prezzo (tasse e Iva escluse) di 174.500
euro.

 

Per un costruttore di auto supersportive come Lamborghini la ricerca della massima leggerezza rappresenta un obiettivo da perseguire con tenacia e dedizione, soprattutto da quando l’utilizzo dei materiali compositi e’ entrato a far parte dei processi produttivi applicati a Sant’Agata Bolognese.

 

La trentennale storia di sviluppo e uso di materiali ultraleggeri da parte di Lamborghini viene ora premiata con la partecipazione al Forum JEC sui Materiali Compositi 2010 (Parigi, 13-15 aprile), convegno cui la Casa italiana e’ invitata come ospite d’onore. Anche una delle 20 Lamborghini Revento’n, realizzata con abbondante uso di fibra di carbonio, e’ presente a Porte de Versailles come esempio di manifattura ultraleggera.

 

L’obiettivo dichiarato di Lamborghini Automobili e’ quello di ridurre del 35%, entro il 2015, il livello medio di emissioni delle sue vetture e la recente apertura dell’Advanced Composite Structures Laboratory di Seattle (USA) conferma come il Costruttore italiano intenda investire a lungo termine su ricerca e sviluppo di materiali compositi in carbonio.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017