Smart elettrica E’ gia’ realta’

1139 0
1139 0

Da noi, in Italia, ne arriveranno 100 a Milano, Pisa e Roma grazie all’accordo con Enel

Smart elettrica e’ una realta’ e ne arriveranno in Italia 100: a Milano, Pisa e Roma grazie all’accordo con Enel.
La due posti della Mercedes utilizza una batteria collocata tra gli assi della vettura che consente di mantenere inalterati gli spazi interni e il concetto di sicurezza della Smart ForTwo con motore a combustione interna.
Il motore elettrico eroga una potenza di 30 kW garantendo una marcia fluida con maggiore agilita’ grazie anche alla coppia di 120 Nm subito disponibile grazie alla trazione elettrica. L’accelerazione da 0 a 60 orari avviene in 6,5 secondi,(quindi diminuita rispetto al primo modello) lo stesso tempo della ForTwo a benzina, mentre la velocita’ massima e’ autolimitata a 100 orari per mantenere alto il chilometraggio e allo stesso tempo considerare la vocazione principalmente urbana. La caratteristica di potenza del motore elettrico permette alla nuova Smart ForTwo Electric Drive di viaggiare con un solo rapporto fisso (quindi non occorre cambiare marcia).
Per la ricarica ad una normale presa di corrente servono tra le sei e le otto ore (viaggiare di giorno, ricaricare di notte). Il costo della ricarica dovrebbe aggiarsi interno ai 2 Euro per un’autonomia di 135 km, ideale per i tragitti cittadini.

 

Con la Smart ForTwo Ed, il Gruppo Mercedes ha compiuto un altro decisivo passo avanti nel cammino verso la commercializzazione di un’auto elettrica compatta, tecnicamente all’avanguardia, dal look accattivante e non inquinante. Questo anche grazie, per l’Italia all’accordo siglato con Enel e con l’universita’ di Pisa. Fra i primi problemi per le vetture elettriche esiste quello della ricarica in luoghi con non sia il garage di casa
<<La nostra idea e’ quella di creare una infrastruttura di rete intelligente, sfruttando una tecnologia gia’ in nostro possesso che ci permettera’ di far comunicare la Smart con la colonnina di ricarica.- spiega Andrea Valcalda, Responsabile Innovazione e Ambiente Enel- La macchina verra’ infatti riconosciuta dal sistema e attraverso una telegestione integrata della bolletta della luce, il consumatore potra’ addebitare direttamente sul suo conto l’energia utilizzata. Questo permettera’ di ricaricare le macchine senza dover usare i normali sistemi di pagamento>>. Attualmente l’Enel e’ una delle poche societa’ esistenti in possesso di questa tecnologia. “La scelta di Enel come partner per questo progetto”- spiegano alla Mercedes-Benz -“e’ stata proprio dettata dall’interesse per l’utilizzo di questo nuovo sistema integrato”. In una prospettiva piu’ ampia pero’, per rendere possibile un futuro in mobilita’ elettrica dobbiamo creare le condizioni infrastrutturali affinche’ a tutti sia possibile accedere a un punto di ricarica per la macchina.”- spiega Valcalda. Inatnto Mercedes ha stabilito che con 400 euro al mese sara’ possibile prendere in affitto una Smart elettrica. Costo di utilizzo al quale il cliente deve solo aggiungere quello della ricarica che come visto e’ abbastanza contenuto.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017