Reanutl-Nissan, ad Averio fabbrica di batterie al litio

901 0
901 0

Sorgera’ nel complesso industriale Renault Cacia di Aveiro, a circa 250 km a nord di Lisbona (Portogallo), la fabbrica di batterie agli ioni di litio di ultima generazione dell’Alleanza Renault-Nissan

Sorgera’ nel complesso industriale Renault Cacia di Aveiro, a circa 250 km a nord di Lisbona (Portogallo), la fabbrica di batterie agli ioni di litio di ultima generazione dell’Alleanza Renault-Nissan. L’annuncio e’ stato fatto a Lisbona dal primo ministro portoghese, Jose Socrates, e dal presidente-direttore generale dell’Alleanza
Renault-Nissan, Carlos Ghosn. Il sito industriale, la cui prima pietra sara’ posta nel 2010, entrera’ in funzione nel 2012 e dovrebbe avere una capacita’ annuale di produzione di 50.000 unita’. Secondo i termini dell’accordo concluso con il governo portoghese, Nissan investira’ piu’ di 160 milioni di euro nella nuova struttura produttiva, creando in tal modo direttamente 200 posti di lavoro sul sito. Questa iniziativa fa seguito all’annuncio, nel novembre 2008, dell’intenzione del Portogallo di lavorare con l’Alleanza Renault-Nissan allo sviluppo, a partire dal 2010, di un programma di mobilita’ a zero emissioni. Nell’ambito di questo programma, l’Alleanza fornira’ i suoi veicoli elettrici a partire da gennaio 2011. Al contempo, il governo portoghese s’impegnera’ nella creazione di una vasta rete di 1.300 stazioni di ricarica, che saranno installate sull’intero territorio nazionale nel corso dei prossimi due anni. “Diventato leader nel campo delle energie rinnovabili, il Portogallo – ha detto Socrates – mira ormai a un ruolo di pioniere nel campo della mobilita’ elettrica e sta attualmente mettendo in piedi una rete nazionale di ricarica delle batterie dei veicoli elettrici. La fabbrica di batterie dell’Alleanza Renault-Nissan rafforza la vocazione del Portogallo a essere un luogo di ricerca, di produzione e di sperimentazione delle soluzioni e dei componenti destinati ai veicoli elettrici”. “Apprezziamo molto la determinazione e l’atteggiamento orientato al futuro del governo portoghese – ha commentato Ghosn – per cio’ che riguarda la commercializzazione di veicoli a zero emissioni prodotti su larga scala”.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017