Ds3, la city car sportiva Attacco diretto a Mini e Fiat 500

1416 0
1416 0

Prezzi aggressivi a partire, per la versione 1.2 benzina, da 14.500 euro, con un allestimento di ottimo livello. In vendita in Italia da meta’ marzo

La Citroen Ds3, la piccola francese derivata dalla nuova C3, arriva in Italia e si presenta con un prezzo base di 14.470 euro. Dopo il primo lotto di 250 vetture vendute in anteprima sul web, approda nelle nostre concessionarie l’innovativa “utilitaria di fascino”, anticipata dalla Citroen Ds Inside Concept al Salone di Francoforte. L’originale compatta francese punta tutte le sue carte su un design innovativo, coinvolgente e abbondantemente personalizzabile con una serie di accostamenti cromatici e finiture esclusive. La particolarita’ del montante centrale “a pinna” che sembra da solo sostenere il tetto e’ rimasto nella vettura di serie e contribuisce a dare alla Ds3 una immagine particolarmente caratterizzata, assieme all’uso delle luci Led su entrambi i lati del frontale. Le tinte disponibili per il tetto, in contrasto con la carrozzeria, sono Nero Notte, Bianco Absolut, Blu Botticelli e Rosso Carmen, con cerchi o coprimozzi in tinta; i gusci degli specchietti retrovisori e le fasce laterali posso essere colorate o cromate. Le combinazioni di colore scocca/tetto sono addirittura 38 e i cerchi sono 12. 

 

A spingere adeguatamente la 3 porte francese ci pensano ben cinque motori Euro 5: ai due diesel Hdi Fap da 112 e 92 cv con cambio manuale a 5 e 6 rapporti si aggiungono tre benzina: il 1.6 Thp da 155 cv, il 1.6 VTi da 120 cv (anche con cambio automatico) e VTi 95 cv. Il sesto motore, l’Hdi da 99 g/km di Co2, sara’ disponibile a partire dal primo semestre del 2010. Grazie a un controllo attento della massa del veicolo e ad un Cx di 0,31, i livelli di emissioni allo scarico della Ds3 si attestano su valori particolarmente bassi, fra i 104 e i 118 g/km di CO2 per i diesel e i 134-160 g/km per le versioni a benzina. Le sospensioni, pseudo-McPherson anteriori e a traversa deformabile posteriori, dovrebbero contribuire ad una buona precisione di guida, assieme al volante di diametro ridotto (363 mm) e al servosterzo appositamente calibrato.

 

I livelli di finitura per il nostro mercato sono tre, denominati Chic, So Chic e Sport Chic. L’allestimento Chic e’ quello di partenza ed e’ riservato alla 1.4 VTi da 95 CV, deputata ad aprire il listino con i suoi 14.470 euro. Le sue dotazioni, essenzialmente dedicate al comfort dei passeggeri, comprendono fari fendinebbia, regolatore-limitatore di velocita’, volante in pelle regolabile in altezza e profondita’, sistema audio CD MP3 e presa AUX. La piu’ accessoriata versione So Chic e’ disponibile per le motorizzazioni 1.6 VTi 120 CV, 1.6 VTi 120 CV cambio automatico e 1.6 HDi 92 CV FAP, con prezzi di 16.770 euro per la prima e di 17.870 euro per le ultime due. In questo allestimento la DS3 si riconosce per il tetto a due colori, i vetri posteriori oscurati, LED nelle prese d’aria e cerchi in lega da 16″. La Sport Chic, come dice il nome, ha una caratterizzazione piu’ sportiva, riservata alle potenti 1.6 Turbo THP 155 CV e 1.6 HDi 112 CV FAP. Con prezzi rispettivamente di 19.070 e 20.170 euro, la Sport Chic offre in piu’ i sedili sportivi, lo spoiler con LED integrato, i cerchi in lega da 17″ diamantati neri e il sistema HiFi con Connecting Box. Anche per la DS3, come gia’ accade per la C3 Picasso, e’ possibile acquistare la vettura con il finanziamento Freedrive che tutela il valore dell’auto, controlla le spese di manutenzione e permette di cambiare vettura ogni 2, 3 o 4 anni.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017