Made in Italy, la nostra forza Sul mare si rivede il sereno

762 0
762 0

Intervista a Salvatore Basile, amministratore delegato del gruppo da luglio 2009

La nautica ha attraversato un 2009 orribile. Da Genova sono arrivati seganli positivi?
“Il 2009 ha determinato un profondo cambiamento nel mercato della nautica. Il cliente e’ tornato ad essere quello di una volta, appassionato, competente e pertanto attento alla qualita’ e al comfort della navigazione e questo non puo’ che rendere il nostro gruppo ancor piu’ competitivo. Stiamo quindi affrontando questo momento con spirito ottimistico. Al momento stiamo rilevando i primi segnali di ripresa”.
In arrivo nuove imbarcazioni?
“Proseguira’ con grande impegno il lancio di nuovi prodotti per soddisfare la nostra clientela in tutto il mondo. Dopo aver lanciato 14 nuovi modelli durante lo scorso anno nautico, il Gruppo presentera’ un totale di ben 15 novita’ entro il 2010, e in particolare ha gia’ presentato 5 nuove imbarcazioni ai saloni nautici autunnali”.
I mercati piu’ importanti?
“Il Gruppo continua a puntare, oltre che sul mercato europeo e sull’area del Mediterraneo, sui mercati emergenti, come quello dell’Europa dell’Est, del Far East e del Middle East. Il mercato statunitense continua ad essere un’area strategica grazie anche all’acquisizione di Allied Marine, societa’ per la distribuzione e i servizi di assistenza post-vendita. Proprio in questi giorni al salone di Fort Lauderdale presentiamo ben 15 imbarcazioni”.
Il rientro degli yachts sotto bandiere estere faciliterebbe anche i costruttori italiani?
“Il Gruppo Ferretti rappresenta un prestigioso esempio di Made in Italy per qualita’ e innovazione e pertanto ritengo che qualsiasi iniziativa che miri a tutelare maggiormente le grandi imprese del nostro paese, non solo nautiche, vada incoraggiata”.
Esiste un problema di concorrenza dal Far East?
“Oggi la differenza la fanno la qualita’, l’innovazione, il comfort e il servizio post vendita e da molti anni il Gruppo Ferretti punta proprio su questi fattori quali elementi in grado di fare la differenza. Ritengo quindi che tali elementi non siano facilmente replicabili e ancor meno dai nostri competitor del Far East”.
Quale il brand Ferretti che di questi tempi va meglio e quello che invece soffre di piu’?
“Come tutti i principali player del settore nautico abbiamo riscontrato una contrazione del mercato delle imbarcazioni di piccola dimensione, mentre la produzione di mega e maxi yacht sta proseguendo in maniera regolare, ma uno dei punti di forza del nostro gruppo e’ proprio il suo portafoglio di brand, ampio e diversificato”.
Esiste un problema riduzione dei prezzi su vendite “importanti”, sconti altissimi?
“Il nostro Gruppo non ha mai applicato una politica di riduzione dei prezzi delle imbarcazioni e lo ritengo ancor piu’ importante in un momento di mercato quale quello che stiamo attraversando. In questa situazione io credo che la migliore risposta la possano dare i clienti, riflettendo sul valore delle proprie imbarcazioni”.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017