Pronta la berlinetta 8 cilindri Si chiamera’ 458 Italia

870 0
870 0

 Il presidente Luca di Montezemolo ha ricordato il valore di dedicare una vettura all’Italia.”Una vettura dal livello di innovazione mai raggiunto da nessuna Ferrari. Un tributo all’Italia che rende il lavoro, i prodotti italiani e l’intero Paese sinonimo di eccellenza, creativita’ e qualita’ nel mondo”.

{{IMG_SX}}La nuova berlinetta 458 Italia , che sara’ lanciata a Francoforte, fa compiere un salto generazionale alle
8 cilindri a motore posteriore–centrale con forte vocazione sportiva della Casa di
Maranello.
La Ferrari 458 Italia e’ completamente nuova da ogni punto di vista: gruppo motopropulsore,
design, aerodinamica, handling, strumentazione e interfaccia uomomacchina;
solo per elencare alcuni aspetti.
 

Berlinetta due posti, la 458 Italia, come ormai tradizione sulle vetture Ferrari per uso
stradale, beneficia dell’esperienza maturata in Formula 1.  La Berlinetta Italia, infatti,
si caratterizza per una nuova impostazione di guida con volante e cruscotto di nuova
concezione, frutto dell’esperienza proveniente dalle corse. Anche in questa area di
sviluppo e’ stato di fondamentale importanza l’apporto ormai consolidato di Michael
Schumacher coinvolto fin dall’inizio del progetto.
Il design, realizzato da Pininfarina, e’ un ulteriore conferma della profonda cesura che
questa nuova vettura crea rispetto al passato. Lo stile si basa su una forma compatta e
filante, espressione dei concetti di essenzialita’, efficienza e leggerezza cui il progetto e’
ispirato.

Il nuovo motore da 4499 cm3 e’ il primo V8 a iniezione diretta della Casa di Maranello
montato in posizione posteriore-centrale, con un’altezza di compressione dei pistoni
estremamente ridotta, tipica dei motori da competizione e che contribuisce ad
ottenere un rapporto di compressione di 12,5:1. Dotato del tradizionale albero piatto,
il propulsore eroga 570 CV a 9000 giri/minuto e con una potenza specifica di 127
CV/litro raggiunge un valore da primato assoluto non solo per la gamma e la storia
Ferrari ma per tutto il segmento di riferimento. La coppia massima e’ di 540 Nm a 6000
giri/minuto, di cui piu’ dell’80% e’ disponibile fin dai 3250 giri/minuto. La coppia
specifica e’ da record: 120 Nm/litro.

La 458 Italia adotta il cambio F1 a doppia frizione 7 marce che affianca a un forte
incremento prestazionale un eccezionale comfort di marcia. Per il suo impiego sulla
458 Italia gli ingegneri sono intervenuti sulla rapportatura per meglio interpretare la
curva di potenza e di coppia del nuovo motore. Fortemente sportivo, il cambio e’ cosi’
in grado di garantire maggior coppia gia’ dai bassi regimi e il raggiungimento della
velocita’ massima con la marcia piu’ alta.
Questa nuova Ferrari rappresenta poi un ulteriore importante passo verso l’obiettivo di
riduzione delle emissioni. Nonostante il sensibile aumento di potenza del nuovo
motore rispetto ai V8 precedenti, la 458 Italia e’ omologata con un consumo nel ciclo
ECE+EUDC di 13,7 l/100 km e un valore di emissione di CO2 pari a 320 g/km, il
migliore valore nel mercato di riferimento.
L’integrazione dei sistemi elettronici E-Diff e F1-Trac, ora nella stessa centralina, e
delle loro strategie e’ ancora maggiore, con un aumento del 32% dell’accelerazione
longitudinale in uscita dalle curve rispetto a quanto avveniva nei precedenti modelli.
L’evoluzione dei controlli elettronici e la loro innovativa disposizione consente di
innalzare il livello prestazionale raggiungibile in condizioni di guida estrema grazie
anche a una gestione piu’ immediata della ripartizione della coppia motrice in uscita
dalle curve.
La stessa centralina gestisce anche l’ABS prestazionale che consente una migliore
rilevazione delle necessita’ di intervento e un’attuazione ancora piu’ efficace. Le pinze
freno hanno un sistema di precarico dei pistoni per una risposta ancora piu’ pronta
all’attivazione del comando. Tutto cio’ porta a uno spazio di frenata che da 100 km/h a
zero e’ di soli 32,5 metri.
 

Ultima modifica: 16 Novembre 2017