La Opel Adam potrebbe scomparire nel 2019

1739 0
1739 0

Conti da sistemare, costi da tagliare, margini troppo bassi: sono queste le ragioni che avrebbero portato Opel (anzi il Gruppo PSA) a decidere di far cessare la produzione della sua city car premium, la Opel Adam, dopo appena sei anni di vita. Il termine sarebbe previsto per la primavera del 2019.

Usiamo il condizionale perché si tratta di indiscrezioni provenienti dalla stampa tedesca, ma che non hanno ricevuto alcuna smentita dall’azienda e, per gli addetti ai lavori, sembrano essere molto affidabili anche in base a una veloce lettura del mercato di riferimento.

Leggi anche: Fiat Punto addio: stop alla produzione dopo 25 anni

Come già accennato, uno dei più importanti motivi che portano a questa “morte” è il basso margine di profitto. I costi di produzione, notevoli anche per l’ampio ventaglio di personalizzazioni che offre questo modello, non sono coperti in modo efficiente dai ricavi. Sarebbe un problema sormontabile se il volume delle vendite fosse alto, ma la Opel Adam non è esattamente una campionessa del mercato. Un dato come esempio: nel 2017 la Adam ha rappresentato appena il 10% delle vendite totali dell’azienda di Russelsheim nel solo mercato tedesco, quello di casa. Poca cosa per una super utilitaria creata appositamente per fare grandi numeri.

Ultima modifica: 12 settembre 2018