Incidente mortale, la responsabilità è dell’Autopilot Tesla

234 0
234 0

Secondo le indagini svolte, l’Autopilot Tesla è responsabile di un incidente mortale avvenuto lo scorso anno in Florida. L’agenzia americana per la sicurezza dei trasporti è giunta a questa conclusione. Il sistema ha funzionato a dovere, ma sono mancati congegni che impedissero al guidatore di utilizzarlo impropriamente.

Il pilota della Tesla Model S è morto nell’incidente avvenuto il 7 maggio 2016 a Williston. Secondo le indagini, l’Autopilot non è progettato per essere utilizzato sulla strada che stava percorrendo. Per questo sarebbero dovuti intervenire sistemi di sicurezza che invece non sono presenti. La mancata attenzione alla strada ha portato all’incidente con l’Autopilot in funzione.

La combinazione fra errore umano e mancanza di sistemi di controllo ha portato a una collisione fatale che si sarebbe potuta evitare“, ha detto Robert L. Sumwalt, presidente dell’agenzia di sicurezza dei trasporti. Questa sentenza è arrivata proprio il giorno dopo che il Governo aveva dato un’ulteriore spinta allo sviluppo dei sistemi di guida autonoma.

La nuova proposta arriva in risposta alle politiche fissate dall’amministrazione Obama. Lo scorso anno, l’ex presidente stabilì che i costruttori avrebbero dovuto passare valutazioni di sicurezza dei propri dispositivi prima di testarli su strada. Adesso saranno la Case a decidere se sottoporsi a questi controlli federali o no.

Ultima modifica: 14 settembre 2017