Come trovare il miglior finanziamento auto

9868 0
9868 0

Come ricevere un finanziamento auto è uno degli argomenti di punta del momento e, forse proprio per questo, accade spesso che ci sia confusione nella procedura da seguire. Scopriamola quindi insieme nel dettaglio.

I prestiti per l’acquisto di un’auto consentono infatti di ricevere cifre elevate con dilazione rateale anche fino a dieci anni. In questo modo è possibile disporre della somma necessaria, rimborsando successivamente il finanziamento con estrema semplicità e nella modalità che si preferisce.

Finanziamenti auto

Se per l’acquisto dell’auto si vuole usufruire di un finanziamento specifico, è possibile richiede un preventivo rateizzato presso un ente preposto, oppure anche online.

Richiedendo il finanziamento per l’acquisto dell’auto è possibile disporre subito della somma necessaria, per poi rimborsarla con estrema facilità in un secondo momento (seguendo le modalità che si preferiscono).

Per quanto riguarda la rateizzazione, si può anche giungere ad un massimo di 10 anni. In questo modo è anche più immediato e semplice il calcolo dell’ammontare della rata, nonché quello del costo totale al termine della rateizzazione. E’ importante, tuttavia, sapere che le normative in vigore stabiliscono che è possibile estinguere il prestito in maniera anticipata rispetto ai termini di tempo stabiliti in un primo momento, facendo una maxirata finale.

Gli enti che si occupano dell’erogazione di tali finanziamenti sono numerosi e differenziati: ognuno di essi può infatti avere la facoltà di applicare specifiche condizioni che differiscono in relazione al bene che si intende acquistare. In particolare variano le condizioni nel momento in cui si richiede il finanziamento per l’acquisto di un veicolo usato, in quanto viene ritenuta un’operazione con maggior rischio. Solitamente, il finanziamento per l’acquisto di una vettura non richiede particolari garanzie.

Un primo sito al quale rivolgersi potrebbe essere PrestitiOnline.it. Questo propone prestiti personali e che si adattano quindi a finanziamenti per auto sia nuove, che usate. Si differenziano dai prestiti personali in quanto offrono formule specifiche con condizioni riservate alle auto o ai veicoli. Infatti in questo caso è concesso questo genere di prestiti o finanziamenti anche per l’acquisto di moto, camper, o addirittura una barca.

Finanziamenti auto tasso zero

Se si vuole acquistare una vettura nuova, ma non si dispone nell’immediato dell’intera somma necessaria, si potrà tranquillamente optare per una delle diverse soluzioni di finanziamento oggi offerte da vari enti specifici. Si tratta di soluzioni studiate per rispondere alle differenti esigenze dei consumatori. Vediamo di capire quali siano le formule proposte e cosa significhi usufruire di un prestito a tasso zero per l’acquisto di un’auto. Questi ultimi sono i finanziamenti maggiormente pubblicizzati e richiesti.

Il finanziamento a tasso zero non è altro che un prestito che non richiede il calcolo di interessi nel lungo periodo. Consente in tal modo di restitutore l’intera somma finanziata attraverso il versamento di comode rate, riferibili all’effettivo costo originario dell’auto.

Il finanziamento a tasso zero riscuote un notevole successo perché è la risposta all’enorme crisi economica che ha colpito il settore dell’auto nell’intero comparto dei Paesi Occidentali. Ecco che un numero crescente di concessionarie auto scelgono di ridurre, sino addirittura ad eliminare del tutto i tassi di interesse, proprio per consentire alle vetture di essere vendute ai piccoli consumatori.

L’azzeramento dei tassi consente di pagare l’importo con comode rate mensili, dilazionandolo nel tempo, senza aggiungervi alcun conto extra. Ciò a cui bisogna, tuttavia, prestare attenzione è che non tutte le offerte indicate come a tasso zero, sono effettivamente gratuite.

Controllate attentamente che il tasso annuo effettivo globale – indicato con l’acronimo TAEG e il tasso annuo nominale –  indicato come TAN. Con il primo ci si riferisce al costo complessivo su base annua comprensivo degli interessi nominali e delle spese ritenute come accessorie, vale a dire quelle che si attuano al momento dell’apertura del finanziamento.

Per TAN si intende il calcolo relativo al tasso d’interesse sul valore nominale dell’importo finanziato. Non è per nulla semplice trovare un finanziamento ad effettivo e reale tasso zero. Chiaramente, le concessionarie che concedono tali finanziamenti hanno bisogno di avere un ritorno utile in temini di guadagno, ecco che facendo bene attenzione ai tassi, questi non saranno mai effettivamente a tasso zero.

Se un finanziamento indica che il TAN è pari a zero, vale a dire il valore nominale nullo, sicuramente ci saranno spese accessorie che andranno a ripercuotersi sul valore del TAEG. Potrebbe trovarsi così un finanziamento a tasso zero, con TAN nullo e TAEG pari al 5%.

Soluzione mini-rate

Si tratta di un finanziamento rivolto a chi, avendo risparmiato una importante somma sul proprio acquisto, intende avere delle agevolazioni sulle rate mensili, che in questo modo vengono minimizzate. Ciò però prevede il versamento di una somma di denaro immediata, cioè di una caparra, piuttosto consistente.

Se si preferisce, si può anche scegliere un finanziamento a tasso variabile, con tassi ridotti ma che potrebbero variare nel corso del tempo. Oppure ancora, si può scegliere il tasso agevolato, che è minore rispetto a quelli di mercato, ma in tal caso è necessario affidarsi ad un istituto di credito.

Finanziamento auto usate

Si può ricorrere alla formula del finanziamento sia per quanto riguarda l’acquisto di un’auto nuova, sia nel caso in cui si scelga di optare per l’usato. Attualmente, in Italia gran parte degli acquisti in tale settore si effettua proprio utilizzando le varie forme di finanziamento auto. Il mercato in tal senso, proporne diverse opportunità per quanto concerne i prestiti personali, quelli finalizzati, la cessione del quinto del proprio stipendio.

La cosa fondamentale, nel momento in cui si decide di acquistare un’auto, è quella di richiedere dei preventivi di spesa da valutare con estrema attenzione in ogni dettaglio riportato. Scegliendo così l’offerta più conveniente, anche in risposta alle proprie disponibilità economiche. I prestiti possono essere suddivisi in finalizzati, anche detti rateali, oppure personali. I primi si possono richiedere presso i punti vendita dei beni che si vuole acquistare, in tal caso si versa la somma a rate.

Mentre, il prestito personale è un finanziamento che non presenta dei vincoli di utilizzo ed è erogato in contanti al cliente. Questo potrà successivamente essere rimborsato attraverso un piano prestabilito.

Un’altra formula di finanziamento potrebbe essere quella della cessione del quinto del proprio stipendio, richiesta da lavoratori dipendenti, pubblici e privati, siano essi a tempo indeterminato o determinato, lavoratori atipici e pensionati. La somma sarà rimborsata attraverso il pagamento di rate mensili, con tasso fisso, detratte direttamente dalla busta paga.

Ultima modifica: 8 gennaio 2018