Distrazione alla guida: quali sono secondo il Codice della Strada

5289 0
5289 0

Cellulari, smartphone, tablet sono tanti esempi di continue distrazioni alla guida che portano a fare incidenti stradali, talvolta anche mortali. Cosa dice il Codice della Strada a tale proposito?

Tantissimi sono i casi di incidenti stradali cagionati e dovuti alla distrazione alla guida. Guidare e circolare con il proprio veicolo richiede attenzione e concentrazione sulla strada, essere prudenti e rispettare le norme e regole sancite dal Codice della Strada.

Una buona dose di concentrazione, riflessi pronti, occhi puntati sulla strada e rispetto della giusta distanza di sicurezza, velocità moderata e mani sul volante. Queste regole valgono sia per chi circola nelle strade urbane che in quelle autostradali ed extra-urbane.

Tantissime le distrazioni che cagionano gli incidenti stradali, esiste una vera e propria classifica delle peggiori distrazioni che portano ed incrementano il rischio di incidente.

Guidare sotto l’effetto di droghe ed alcool svetta in classifica delle peggiori distrazioni, seguita dal modo di guidare con aggressività e superare i limiti di velocità.

Inoltre, lo scrivere i messaggi sul proprio cellulare, chattare, farsi i selfie, leggere e scrivere su ogni dispositivo tecnologico sono tutti casi che incrementano il rischio di provocare incidenti stradali.

Stanchezza, stato di sonno, torpore sono altri casi che portano a provocare incidenti mortali: occorre sempre sostare in qualche area di servizio, fare una pausa, prendere un caffè, consumare uno stuzzichino e pranzo leggero, senza mai eccedere in zuccheri e carboidrati.

Fare pranzi leggeri, non riempirsi mai la pancia ed appesantirsi: cibi troppo conditi e troppi carboidrati causano lo stato di sonnolenza, specie se si devono percorrere tanti Km in autostrada.

Inoltre, regolare il climatizzatore è un’altra causa che provoca distrazione dalla guida; il parlare al cellulare distrae il cervello dalla guida e porta a spostare l’attenzione sulla conversazione telefonica.

Sintonizzare la radio e cercare la stazione di frequenza sono cause di rischiosità e di distrazione che portano a cagionare incidenti stradali. Distrarsi mangiando e consumando snack e spuntini sono altre cause di distrazioni, compresi i casi di distrazione dovuti al guardarsi allo specchio o al truccarsi.

Ogni causa sopra citata è un caso di distrazione in auto, un evento molto pericoloso e dannoso che comporta il rischio di incidenti a volte gravissimi e che comunque mettono in serio rischio la sicurezza stradale.

L’articolo 141 del Codice della Strada sancisce l’ “obbligo del conducente a regolare la velocità del veicolo in modo che avuto riguardo alle caratteristiche, allo stato ed al carico del veicolo stesso, alle caratteristiche e alle condizioni della strada e del traffico e ad ogni altra circostanza di qualsiasi natura, sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose ed ogni altra causa di disordine per la circolazione”.

Ultima modifica: 24 luglio 2017