Auto km 0: cosa sono, vantaggi e svantaggi

58639 0
58639 0

Gli acquisti di auto km 0 sono molto diffusi sul mercato e ne rappresentano una buona fetta, possono essere buoni affari o meno a seconda dei casi.

Le auto a km zero sono da sempre, e specialmente ad oggi, un grande punto di riferimento per quello che riguarda gli acquisti di auto ‘nuove’, ma bisogna capire quali sono i vantaggi e gli svantaggi prima di procedere all’acquisto. Possono nascondersi sotto la scocca sia insidie che grandi affari, ma come fare a capirlo?

In questa guida proveremo a darvi una buona mano orientativa dentro l’universo delle auto km 0, a capire cosa sono e quali sono i loro vantaggi e svantaggi.

Cosa sono auto a km 0

 

Innanzitutto cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando. Cosa sono davvero le auto a km 0?

Rispondiamo subito alla domanda, prima di approfondire l’argomento. Le auto km 0 sono delle auto preventivamente immatricolate dalla concessionaria, dietro quasi sempre disegni di strategie di marketing della casa madre. Queste auto vengono usate per diversi scopi che possono andare dall’esposizione semplice in salone, all’esposizione presso fiere di settore. In molti casi però, si tratta semplicemente di auto pre – immatricolate dalla concessionaria ma che, di fatto, non hanno percorso nessun chilometro. La legge prevede che possono avere un massimo di 100 km, passati i quali possono essere considerate alle stregua di auto usate.

Su due piedi si potrebbe affermare che si tratta di auto convenienti e, in pratica, nuove. Ma è veramente così? Proviamo a rispondere a questa, apparentemente, semplice domanda che nasconde delle insidie.

Vantaggi

 

Iniziamo descrivendo il lato dolce della questione, quelli che sono i vantaggi di un’auto a km 0.

Prezzo di acquisto: per il fatto di far parte di una strategia di mercato e quindi sottoposta a pre – immatricolazione, le auto a km 0 possono arrivare a presentarsi con sconti che arrivano al 25% in meno rispetto al prezzo di listino, il che non è poco se si è in cerca di un affare.

Chilometraggio: le auto a km 0 presentano, come detto, da 0 ad un massimo di 100 km (ovviamente nei casi ‘limite’ presentano prezzi di acquisto molto convenienti), quindi si potrebbe avere a che fare con auto nuove, in buona sostanza. Le concessionarie, poi, incentivano ulteriormente all’acquisto di queste auto proponendo vetture impeccabili con allestimenti ricchi, integrando diverse soluzioni di sconto e finanziamenti agevolati.

Tempi di consegna: praticamente quasi nulli, si tratta di auto già presenti in concessionaria, pronte ad essere acquistate. Quindi non ci sono tempi di consegna di mesi da attendere, solo quelli necessari a svolgere le normali pratiche. In molti casi l’auto può anche essere consegnata ‘in giornata’ se concluso il contratto di acquisto di mattina presto.

Svantaggi

 

Ma esiste anche un lato dolente, salato della questione, ossia una serie di svantaggi che queste auto possono presentare.

Garanzia: convinzione comune è che trattandosi di auto in pratica nuove la garanzia sia quella standard di 2 anni prevista dalla legge, non è così. Trattandosi di auto già preventivamente immatricolate la garanzia che la concessionaria può offrire è fino ad 1 anno.

Scelta: se il nostro obbiettivo è quello di ‘costruirci’ la nostra auto preferita su misura e quindi scegliere colore, dotazioni o cerchi, difficilmente potremmo soddisfare i nostri desideri. Le auto a km 0, come detto, sono pronte in concessionaria e come tali sono consegnate. Niente possibilità di variare colore, accessori o altro. In pratica, se si vuole fare un affare bisogna chiudere un occhio su qualcosa.

Condizioni: nel caso in cui si tratti di auto esposte in salone, il massimo in cui ci si può imbattere potrebbe essere qualche graffietto o poco altro (da cui poter eventualmente spuntare un ulteriore ribasso), ma si può trattare anche di auto tenute in depositi all’aperto, quindi soggette alle intemperie. Qualche danno non apparentemente visibile può sempre insidiarsi dietro una carrozzeria fiammante.

Svalutazione: anche se fiammante è pur sempre un’auto già immatricolata quindi l’acquirente è il secondo proprietario. In sede di contrattazione di usato subirà un calo di prezzo più elevato rispetto ad un’auto di prima immatricolazione.

Chilometraggio: le auto a km 0 possono avere percorso fino ad un massimo di 100 km, il che vuol dire che possono aver visto in qualche modo la strada per qualche prova. Occhio quindi al contachilometri.

Convenienza

 

La convenienza di un’auto a km 0 sta tutta nel prezzo di acquisto, decisamente più basso rispetto al nuovo ma, come detto, bisogna tenere gli occhi aperti se si vuole scovare il vero affare e ce ne sono tanti presso le concessionarie, che prime su tutte hanno interesse a vendere le auto e fornirle nelle migliori condizioni.

Differenze con auto aziendale

Le due tipologie di auto si tendono molte volte a confondere ma le differenze ci sono, eccome se ci sono. Innanzitutto andiamo a vedere cosa sono le auto aziendali.

Le auto aziendali sono delle auto già immatricolate, intestate ad aziende che stringono con la concessionaria un accordo che prevede l’acquisto temporizzato delle auto, per esempio un anno. Scaduto l’anno l’auto verrà riconsegnata alla concessionaria per sostituirla con un’auto nuova, godendo della valutazione dell’usato. Perché fare questo? Perché acquistare un’auto sapendo di cambiarla dopo un anno o sei mesi?

Le aziende preferiscono avere a disposizione nella loro flotta auto sempre ‘fresche’ pronte a svolgere un ottimo lavoro, per questo molte realtà imprenditoriali e aziendali sostituiscono spesso le vetture.

In sostanza, quindi, si tratta di auto usate, usate a livello commerciale e non privato. Presentano vantaggi e svantaggi.

Vantaggi: prezzo di acquisto decisamente basso, minore di una vettura totalmente uguale ma appartenuta ad un privato. Si parla anche del 40% in meno per auto aziendali con 6 mesi o massimo 1 anno. Generalmente si tratta di auto abbastanza accessoriate, specie se si tratta di auto di rappresentanza.

Svantaggi: si tratta di auto utilizzate per lavoro, in molti casi possono presentare un numero elevato di chilometri, con il dubbio di ‘come’ sono stati percorsi gli stessi. Talvolta, a seconda del settore di impiego possono presentarsi non perfettamente ‘in forma’ sia a livello interno che esterno.

Le differenze con le auto a km 0 sono notevoli per come è evidente, ma non si può stabilire un confine vero e proprio tra i pro e i contro sia dell’una che dell’altra tipologia. Dietro una km 0 nelle migliori condizioni si può nascondere un pessimo affare come dietro qualche graffietto di un’auto aziendale può nascondersi un’auto che ha molto da dare.

Agli acquirenti l’ardua sentenza.

Ultima modifica: 28 agosto 2017