Attestato di rischio: è possibile usarlo su un altro veicolo?

402 0
402 0

Oggi vi parleremo dell’attestato di rischio; è possibile utilizzarlo su un altro veicolo? Ecco le nostre risposte e tutte quello che dovrai sapere.

Per quanto riguarda l’attestato di rischio, chi deciderà di vendere la propria automobile e non riacquistarne subito un’altra, potrà riutilizzare lo stesso attestato di rischio per un tempo di 5 anni, per andare successivamente ad assicurare un’altra vettura. In questo modo sarà possibile conservare la medesima classe di merito anche nel contratto di assicurazione di un nuovo veicolo.

Cos’è

L’attestato di rischio, viene definito dalla normativa italiana, come un documento che riporta il numero di sinistri denunciati nel periodo degli ultimi cinque anni assicurativi, di un soggetto che abbia sottoscritto un contratto di assicurazione per la responsabilità civile alla guida di autoveicoli e motoveicoli (contratto Rc auto). L’attestato di rischio ha una validità per un periodo di cinque anni.

Chi dunque sarà riuscito con pazienza e diligenza a raggiungere una delle classi di merito più basse, potrà trasferire il proprio attestato di rischio e di conseguenza la classe di merito di appartenenza, in un contratto RCA per uno nuovo autoveicolo. Per effettuare ciò, sarà necessario effettuare particolare attenzione al periodo di validità del proprio attestato di rischio, e alla data nella quale verrà stipulato il nuovo contratto assicurativo; non dovranno essere trascorsi più di 5 anni tra la scadenza della polizza assicurativa precedente e la stipula del nuovo contratto assicurativo RCA.

Qualora il termine dei 5 anni di scadenza non dovesse venire rispettato, l’assicurato andrà a perdere inevitabilmente tutti i benefici derivanti dalla classe di merito relativa all’attestato di rischio personale. In tal caso, l’assicurato andrà a sottoscrivere il nuovo contratto, partendo dalla classe più alta (la quattordicesima classe). L’unica possibilità per poter accedere ad una classe inferiore della quattordicesima, sarà beneficiare di quanto espresso dal Decreto Bersani del 2007; sarà infatti possibile grazie al decreto, ereditare la classe di merito di una persona che farà parte del medesimo nucleo famigliare.

Come fare

Per riutilizzare l’attestato di rischio relativo alla polizza della precedente auto, nel nuovo contratto assicurativo nei tempi previsti dalla legge, sarà necessario presentare alla compagnia assicurativa, anche l’atto di vendita del precedente veicolo. Se detto documento dovesse essere stato smarrito, sarà possibile recuperarlo presso i registri dell’Aci. Dal luglio 2015, per beneficiare della stessa classe, non sarà più necessario fornire alla compagnia assicurativa, la copia cartacea del certificato di rischio. Le compagnie assicurative potranno infatti acquisire il documento accedendo alla banca dati di ANIA.

 

Ultima modifica: 7 maggio 2018