Uber, ad agosto ripartono i test sulla guida autonoma

398 0
398 0

Uber potrebbe riprendere i propri test di guida autonoma dal mese di agosto. Come noto, la compagnia li aveva bruscamente interrotti a marzo, in seguito all’incidente mortale avvenuto in Arizona. Una donna di 49 anni era stata investita e uccisa da una Volvo XC90 durante un test di guida autonoma.

Ora, secondo alcune fonti riportate da “The Information”, la quarantena è quasi finita. I test dovrebbero riprendere, ad agosto appunto, nelle città di Pittsburgh e San Francisco. La sicurezza è chiaramente un punto focale e infatti sono state impartite 16 nuove raccomandazioni dalla compagnia. A stabilirle è stato un team interno che ha analizzato le operazioni di Uber dopo l’incidente.

Uno dei cambiamenti sarà un sistema di frenata d’emergenza. L’accorgimento aiuterà a prevenire o rendere più lieve una collisione, qualora ci fossero problemi con la tecnologia di guida autonoma della vettura. Un’altra novità rappresenta il numero di occupanti della vettura. Durante i test, da qui in avanti, saranno due i tecnici Uber all’interno dell’auto.

Era così anche in una prima fase, poi è stato deciso di lasciare solamente il guidatore d’emergenza a bordo della vettura. Un cambiamento che era stato criticato, perché si ritiene che sia più difficile distrarsi se c’è una seconda persona al tuo fianco. Il software di guida sarà modificato e migliorato, rendendolo più efficace nel riconoscere ostacoli sulla strada.

Ultima modifica: 2 luglio 2018