Lexus LC, l’ibrido che emoziona, linea sportiva e alte prestazioni | VIDEO

2929 0
2929 0

L’auto ibrida ad alte prestazioni è un must del nuovo secolo. E chi meglio di Toyota, con il suo marchio di lusso Lexus, poteva raccogliere la sfida?

Il risultato è la nuova LC. Una gran turismo coupé che abbina alle linee futuribili e aggressive contenuti tecnici importanti e prestazioni di assoluto riguardo. L’abbiamo provata in un percorso da Monaco di Baviera a Milano, con tappa a Flims, in Svizzera. Misurando le qualità di un’auto davvero sorprendente perché sa unire lusso e comfort, tipici del marchio Lexus, alle qualità velocistiche che la avvicinano a una sportiva di razza.

Lexus LC

Il muso allungato, con l’ampia griglia a clessidra e i fari a triplo led, dichiarano subito l’alta cifra stilistica di LC. La vettura ha il baricentro basso, il tetto quasi sfuggente, la coda corta con la piccola pinna dello spoiler che spezza il posteriore. I volumi sono muscolosi ma sempre in armonia con un design filante che cattura subito l’attenzione.

Gli interni sono sportiveggianti ma lussuosi con sedili avvolgenti e ampio uso di pelli e alcantara. Le funzioni vengono regolate da un touchscreen da 10,3 pollici. E da un comando al volante che può scegliere fra 4 modalità di guida: Eco, Normal, Sport e Sport+.

Cuore pulsante della Lexus LC è il sistema ibrido composto da un motore V6 benzina 3.5. Che, sommato al propulsore elettrico, garantisce una potenza di 359 cavalli complessivi. Così la GT di Lexus tocca i 250 orari e scatta da 0 a 100 orari in 4,7 secondi.

La guida è sempre fluida, assistita dallo sterzo elettrico e dalle sospensioni Multilink. Che limitano i sussulti sui dossi e azzerano i rumori esterni, grazie anche alla perfetta insonorizzazione dell’abitacolo. I posti sono quattro, con i due posteriori molto limitati negli spazi anche per la linea molto ribassata del tetto.

Cambio di passo

Ma la vera grande novità della LC, che ha motore anteriore e trazione posteriore, è rappresentata dal sistema Multi Stage Hybrid. Il classico cambio VTC a variazione continua, che non sempre si adatta al meglio alle accelerazioni più brusche, è combinato a un’automatico a 4 marce.

I rapporti diventano così dieci e i cambi di velocità morbidi e naturali. Senza sussulti o sensazioni di un motore che giri a vuoto. L’handling da auto sportiva non viene mai meno anche quando si pigia in modo deciso sull’acceleratore. Per chi ama di più la comodità è raccomandata la versione Luxury. La Sport+ ha un assetto grintoso e corsaiolo con baricentro più basso, tetto e spoiler in fibra di carbonio, 4 ruote sterzanti e cerchi da 21 pollici. Disponibile anche una versione con V8 a benzina da 477 cavalli. Il prezzo di partenza è 105.500 euro.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 5 gennaio 2018

In questo articolo