Honda CR-V Hybrid, prova su strada. L’elettrico si alimenta col motore | VIDEO

2401 0
2401 0

Ecco un SUV davvero rivoluzionario. Se all’esterno Honda CR-V modifica di poco i suoi connotati, sotto la scocca c’è una tecnologia innovativa che guarda dritto al futuro. Con un sistema ibrido davvero unico nella sua concezione CR-V, giunto alla quinta generazione e con 9.700.000 unità vendute alle spalle, prova a rinnovare il suo successo.

In un mondo sempre più verde, con intere nazioni che sbandierano i loro intenti ecologisti, mettendo al bando il Diesel, Honda fa la scelta più ovvia: quella dell’ibrido a benzina che nel 2025 caratterizzerà un terzo dei modelli della casa giapponese. Ma il sistema I-MMD (Integrated Motor Assist), che debutta nella prova su strada intorno a Siviglia rivela una personalità davvero speciale.

Honda CR-V Hybrid è equipaggiato con due motori elettrici (uno che fa da alternatore/generatore e uno da propulsore), un motore a benzina i-VTEC a ciclo Atkinson da 2.0 litri (disaccoppiato dalle ruote), una unità di controllo dell’energia, una batteria agli ioni di litio e un’innovativa trasmissione a componenti fisse: di fatto non c’è il cambio.

Tutto il sistema riesce ad erogare complessivamente 184 CV di potenza. Il nodo di questa motorizzazione sta proprio nel disaccoppiamento delle ruote dal motore termico. Per lunghi tratti di un normale percorso di guida il propulsore a benzina serve solo per fornire energia al motore elettrico che ha il compito di trasmettere il movimento alle ruote.

L’auto parte in modalità EV, cioè a impatto zero, per 2 chilometri prima di passare all’ibrido. Ma il contributo del motore elettrico resta sempre determinante: per l’82% fino a 40 km/h, per il 49% fra i 40 e gli 80 orari, e per il 23% tra gli 80 e i 120 orari, quando il motore termico viene ricollegato direttamente alle ruote per trasmettere la sua potenza al veicolo.

CR-V Hybrid, quasi 19 km/litro

Il bello di CR-V Hybrid è che questi complicati processi appaiono del tutto naturali durante la marcia. Con una guida morbida accelerazioni e scalate sono quasi impercettibili, e se hai bisogno di spingere in modo più accentuato basta premere il pulsante sport che offre più brio alla guida.

Nata per i lunghi percorsi e come alternativa al Diesel, CR-V Hybrid ha velocità limitata a 180 orari, consumi di 5,3 litri per 100 km (percorrenza di 18,9 km/litro) ed emissioni pari a 120 grammi al km. Arriverà sul mercato a febbraio 2019 con prezzi che oscillano fra il modello d’ingresso (versione Comfort da 32.900 euro) fino al top di gamma (Executive da 44.500 euro).

Scocca in acciaio ultraleggero, griglia anteriore chiudibile per favorire l’aerodinamica, carrozzeria schermata e sistemi di sicurezza di serie completano l’identikit di un’auto che ha l’obiettivo di conquistare nuovi clienti al grande mondo Honda.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 18 dicembre 2018

In questo articolo