Alfa Romeo Stelvio NRing By Romeo Ferraris, la carica dei 600

424 0
424 0

Alfa Romeo Stelvio NRing By Romeo Ferraris, la carica dei seicento cavalli. La Casa di Opera, specialista nelle elaborazioni di alto livello, colpisce ancora.

La fortuna di avere a disposizione un’Alfa Romeo Stelvio N-Ring, ha dato la possibilità ai tecnici della Romeo Ferraris di poter lavorare sull’eccezionale esemplare disponibile in serie limitata, che la Casa del Biscione ha voluto dedicare al circuito del Nürburgring. Circuito  sul quale Stelvio Quadrifoglio ha conquistato il record per la categoria SUV, completando il giro in 7’ 51”.

La base ad altissime prestazioni di uno dei 108 esemplari esistenti della N-Ring, è stata ulteriormente estremizzata grazie a un incremento di potenza decisamente significativo.

L’upgrade elettronico sul V6 Biturbo 2.9 Litri da 510 CV permette di ottenere + 88 cv di potenza e + 140 Nm di coppia. Quindi 598 cavalli i 740 Nm di coppia.  il che significa percorrere da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e una velocità massima di 294 km/h, quindi circa 10 in più rispetto alla versione di base. Prestazioni da hypercar.

Il raggiungimento di questi valori, così come per la Giulia QV già modificata dai tecnici di Opera, è stato possibile grazie all’abbinamento di uno scarico ad alte prestazioni con catalizzatore 200 celle omologato, in acciaio Inox. Dotato di telecomando per regolare il volume del sound. Il sei cilindri incanta.

Speciale il filtro aria sportivo ad alte prestazioni, più efficiente rispetto al filtro originale. Questi  pur mantenendo un’ottima capacità filtrante. Permette di ottenere benefici in termini di potenza ad alti regimi, quando il propulsore ha bisogno di più aria.

Durante la lavorazione su questo speciale esemplare, anche l’upgrade del più comune Stelvio 2.0 TB 200 CV è stato migliorato. Portando gli incrementi a ben +70 CV di potenza e +85 Nm di coppia.

Tornando invece all’NRing, per la parte inerente all’assetto della vettura, sono stati installati distanziali anteriori e posteriori. Rispettivamente con allargamento 15 mm e 20 mm per parte e un Kit molle per un abbassamento di – 40 mm.

Carbonio docet

Per quanto riguarda l’estetica, l’applicazione di alcuni dettagli in carbonio, oltre a quelli già presenti, ha permesso di impreziosire l’estetica del SUV mantenendone l’eleganza e l’aggressività originali.

Nel dettaglio, la fibra di carbonio nel classico colore nero è stata aggiunta su prese d’aria del cofano, prese d’aria del paraurti anteriore, estrattori posteriori e paraurti posteriore. Mentre è stato scelto il colore bianco su cover maniglie esterne e interne, sulla cover chiave e sugli inserti volante. Non passa inosservata.

La verniciatura dei cerchi in lega in tinta con la carrozzeria completa il look. Davvero accattivante.

Ultima modifica: 19 marzo 2019

In questo articolo