Skoda a metano, Scala, Kamiq e Octavia. Un triplete di risparmio e efficienza

800 0
800 0

Skoda a metano, la casa Boema dispone di un triplete speciale . Una compatta, un SUV e una wagon: Scala, Kamiq e Octavia. Skoda da anni punta molto sul CNG (compresse natural gas).

Skoda Scala a metano

Vi proponiamo, aggiornato, l’articolo pubblicato da Federmetano.

I veicoli a gas naturale (metano) sono una nota alternativa per una mobilità individuale. Efficiente ed ecologica e sono popolari in molti paesi europei. Veicoli come Skoda Octavia G-TEC che uscirà nella seconda metà del 2020 e le versioni G-TEC già disponibili di SkodaScala e Kamiq consentono risparmi immediati di CO2 di circa il 25% rispetto a un motore a benzina convenzionale, a seconda dell’origine e del metodo di produzione del gas utilizzato. Il biometano e il gas sintetico possono raggiungere rispettivamente fino al 90% e la piena neutralità del carbonio.

Leggi anche: Skoda Kamiq a metano, informazioni autonomia e prezzo

Tuttavia, i modelli G-TEC sono perfettamente adatti per la guida di tutti i giorni e offrono comfort e piacere di guida immutati. I modelli G-TEC di Scala, Kamiq e Octavia rimarranno nella gamma di modelli Skoda per molti anni a venire.

Skoda Kamiq metano
Skoda Kamiq metano

Una combustione più pulita e un contenuto energetico superiore rispetto alla benzina e al diesel sono due dei principali vantaggi del gas naturale compresso (CNG). Inoltre, può essere rifornito con la stessa facilità e rapidità dei carburanti convenzionali nelle stazioni di rifornimento adeguatamente attrezzate. Con la rete europea di stazioni CNG in continua espansione, la metà del 2019 ha visto l’Italia in testa in Europa con quasi 1.300 stazioni di rifornimento, davanti alla Germania con circa 900. La Repubblica Ceca è arrivata al terzo posto, seguita da Svezia e Paesi Bassi, tutte avvicinandosi alle 200 stazioni.

Leggi anche: Skoda Scala a metano: informazioni, autonomia e prezzo

Serbatoi CNG più grandi assicurano un’eccellente gamma.

Il design delle nuove versioni Skoda G-TEC di Scala, Kamiq e la nuova generazione Octavia presenta serbatoi CNG più grandi. Consentendo di percorrere viaggi ancora più lunghi. Nel frattempo, ulteriori serbatoi di benzina da 9 litri salvaguardano la mobilità nelle regioni senza stazioni di rifornimento di CNG. Skoda ha fatto grandi sforzi nello sviluppo per garantire che i motori funzionassero quasi esclusivamente a gas naturale.

In modalità CNG, ovvero a gas naturale, queste auto emettono il 25% in meno di emissioni di CO2 rispetto ai veicoli alimentati da un motore a benzina convenzionale. Quando si aggiunge una quota del 20% di bioCNG, come è attualmente comune in Germania, le emissioni di CO₂ vengono ridotte fino al 35-40%. L’uso di una percentuale di biometano ancora più elevata ottenuta da residui vegetali e rifiuti biologici può ottenere miglioramenti fino al 90%, avvicinandosi alla neutralità del carbonio. La piena neutralità del carbonio può essere raggiunta quando si utilizza metano sintetico prodotto da energia rinnovabile mediante un processo da energia a gas. Tuttavia, questa tecnologia è attualmente ancora in fase di sviluppo.

Riduzione significativa dei costi del carburante. Soprattutto in Italia

Il metano ha un contenuto energetico maggiore rispetto alla benzina o al diesel ed è più economico da acquistare. Ciò riduce significativamente i costi del carburante per ogni viaggio. In Germania, il più grande mercato europeo per Skoda, il vantaggio in termini di prezzo rispetto ai veicoli diesel è del 40% circa e del 50% per i motori a benzina.

Skoda Octavia G-Tec, la generazione uscente. Dispone comunque del nuovo 1.5 metano da 130 cv: 480 km di autonomia

Maggiori risparmi possono essere raggiunti in Italia, grazie ai prezzi più alti di benzina e diesel.La nuovissima Skoda Octavia G-TEC, che sarà lanciata nella seconda metà del 2020, ha un motore TSI a quattro cilindri da 1,5 litri che eroga 96 kW (130 CV), che consente prestazioni brillanti. I suoi tre serbatoi di metano hanno una capacità congiunta di 17,3 chilogrammi. Consentendo un’autonomia fino a 480 chilometri in modalità CNG.

Leggi anche: Skoda, il nuovo 1.5 turbo a metano da 130 cavalli

La TSI da 1,0 litri di Scala G-TEC e Kamiq G-TEC produce una potenza di 66 kW (90 CV). In entrambi i modelli, i tre serbatoi di metano hanno una capacità di 13,8 chilogrammi. Che permette una autonomia metano di circa 410 chilometri.

Il 1.5 ibrido a metano di Skoda Vision X
Il 1.5 ibrido a metano di Skoda Vision X

Motori appositamente modificati per l’uso con metano

Rispetto al motore standard e per consentirgli di funzionare a metano, il motore 1.0 G-TEC è dotato di diverse camme di aspirazione e scarico, una testa del cilindro ridisegnata e un nuovo tratto di induzione. Nonché speciali ugelli iniettori compatibili con CNG e in particolare valvole di scarico resistenti. Inoltre, un’unità di controllo elettronica riduce la pressione del gas in due fasi.

La prima riduce meccanicamente la pressione nei serbatoi da 200 bar a circa 20 bar. Nel secondo stadio, un’elettrovalvola viene utilizzata per abbassare la pressione al livello di lavoro assoluto compreso tra 9 e 5 bar prevalente nel sistema a bassa pressione. Il 1.5 G-TEC presenta modifiche simili. È inoltre progettato per supportare un elevato rapporto di compressione 12,5: 1. E utilizza il cosiddetto ciclo di Miller, con le valvole di aspirazione che rimangono aperte leggermente più a lungo durante la corsa di compressione.

Skoda Scala G-Tec metano

Ultima modifica: 16 marzo 2020