Trazione integrale: cos’è la differenza tra 4×2 e 4×4

84194 0
84194 0

Per poter approfondire il discorso sulla trazione integrale, è opportuno chiederci cosa sia e, soprattutto, a cosa serva. La trazione è uno degli elementi più importanti che vengono presi in considerazione prima dell’acquisto di una vettura, nuova o usata che sia. Il termine “trazione” si riferisce infatti alla potenza che il motore è in grado di trasmettere alle ruote dell’auto.

La trazione, tuttavia, può essere di vario genere, a seconda della destinazione della forza motrice. Questo tipo di energia può riguardare soltanto le ruote anteriori (trazione anteriore), le ruote posteriori (trazione posteriore) oppure a entrambe, nel caso delle 4 ruote motrici. Vediamo quindi in dettaglio di cosa si tratta.

Che cos’è la trazione integrale

Alla luce di quanto anticipato, la trazione integrale riguarda la forza distribuita su entrambi gli assi (anteriore e posteriore), garantendo una guida più sicura e pulita, oltre che confortevole. A differenza di quella anteriore e posteriore, i cui svantaggi si riflettono soprattutto a livello di comfort, quella integrale garantisce una migliore prestazione in frenata e in accelerazione. Poiché la forza viene scaricata su entrambi gli assi, la frenata risulta più tempestiva perché agisce sulle ruote davanti e dietro. L’accelerazione vede lo stesso meccanismo, assicurando un assetto neutro e una maggiore aderenza sulla superficie stradale.

La trazione integrale può essere di diversi tipi; la più comune è la 4×4, che si trova principalmente nei moderni SUV fuoristrada, ideali per percorrere strade sterrate e strade in salita.

4×2 vs. 4×4

Negli anni passati i fuoristrada servivano specialmente a districarsi sulle strade innevate e ghiacciate. Oggi, grazie alle previsioni meteorologiche sempre più accurate, le misure di emergenza vengono attuate tempestivamente creando molti meno disagi. Pertanto, i fuoristrada e i SUV non sono scelti tanto per la loro efficienza in condizioni estreme, ma anche per altre esigenze.

Per questi fattori, molte vetture di ultima generazione possono disporre della trazione integrale 4×4, nonché della 4×2. Qual è la differenza tra questi due tipi di trazione? Come abbiamo accennato, la 4×4 è la forza motrice distribuita su tutte e quattro le ruote. Al contrario, la 4×2, chiamata anche passeggiata a due ruote, prevede un funzionamento diverso che convoglia la potenza del motore alle ruote posteriori o a quelle anteriori.

La 4×2, inoltre, a differenza della 4×4, è una funzione comandata, ovvero viene scelta dall’automobilista il quale decide di avere più forza sulla parte anteriore o quella posteriore del proprio mezzo, a seconda della situazione in cui egli si trova.

Ultima modifica: 28 Febbraio 2018