Terre di Canossa 2023, come è andata la XIII edizione

683 0
683 0

Dal 27 al 30 aprile più di sessanta equipaggi provenienti da Europa e Stati Uniti sono stati protagonisti della tredicesima edizione del Terre di Canossa, svoltasi lungo affascinanti percorsi attraverso la Toscana e la Liguria.

Credits: Courtesy of Canossa Events

L’edizione 2023, in un format rinnovato che ha visto il baricentro spostarsi tra Viareggio e Forte dei Marmi, ha comunque mantenuto il focus, come da tradizione, sui passaggi caratteristici che contraddistinguono il Terre di Canossa: dalle meravigliose Cinque Terre a Lucca, da Pisa all’Arsenale di La Spezia, dagli scenari unici della Strada del Marmo fino alla Garfagnana e all’Appennino tosco-emiliano. 600 i chilometri complessivi, suddivisi in tre giornate, con una classifica finale si è decisa su 25 impegnative prove cronometrate e 5 prove di media.

Credits: Courtesy of Canossa Events

Terre di Canossa 2023, i protagonisti

Vincitore del Terre di Canossa 2023 è l’equipaggio composto da Nicolò Mion e Alessandra Baldovino su Triumph TR3 del 1959, sul secondo gradino del podio della classifica finale assoluta salgono Luigi Mion e Emanuela Marcolini a bordo della Jaguar XK 120 OTS SE del 1954 seguiti da Ubaldo Bordi e Daniela Apetrei su Alfa Romeo Giulia SS del 1964.

Le vetture moderne hanno visto primeggiare Tommaso Bardelli e Giorgio Urlo a bordo della McLaren 720S.

La coppa per la classifica femminile è andata a Holly Shandy, al volante dell’Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce e a Camilla Wilson alla guida di una MG MGA 1500, mentre il premio speciale destinato alle Scuderie è stato attribuito alla Retro Rally Club. Zeno Mion e Matilde Minotti, su Riley Sport Nine del 1936, hanno fatto incetta di trofei, conquistando, oltre all’ Under 30, anche la Pre-War e la vittoria nelle prove di Media.

Premi speciali sono stati assegnati a Dominic Rowe e Nick Deacon Nick su AC ACE Bristol del 1957 e a Steven Sharp e David Slade su Aston Martin DB 5 del 1964.

Gli equipaggi, provenienti da tutto il mondo, si sono sfidati anche per le coppe internazionali:

• la Coppa internazionale per l’Austria viene vinta da Volker e Ruth Von Iwonski su Jaguar XK 150 DHC del 1958
• la Coppa internazionale per la Francia è stata vinta da Didier e Dominique Cazeaux su Porsche 911 Coupè del 1965

Terre di Canossa 2023 - Credits: Courtesy of Canossa Events - 3

“Il primo ringraziamento va ai nostri partecipanti, accorsi da Europa e Stati Uniti per immergersi nel caleidoscopio di esperienze del Terre di Canossa, tra buona cucina e ottima compagnia, location suggestive e panorami incredibili, adrenalina e relax.” commenta Luigi Orlandini, Presidente e CEO di Canossa Events.

Un plauso particolare va a tutte le Amministrazioni e ai territori attraversati che accolgono sempre con entusiasmo e fattiva disponibilità il nostro evento, svoltosi perfettamente grazie anche al duro lavoro degli agenti di scorta della Polizia Stradale. E ringrazio di cuore tutto il personale e gli ufficiali di gara per il supporto instancabile

Leggi ora: le novità auto

 

Ultima modifica: 5 Maggio 2023

In questo articolo