Comburente: definizione e funzionamento

25977 0
25977 0

All’interno di qualsiasi mezzo di mobilità, il comburente è una sostanza indispensabile sia per la sua accensione che per il suo funzionamento totale.

Si passi ora ad analizzare che cosa è il comburente, quali sono le sue caratteristiche e le dinamiche chimiche attraverso le quali agisce. Scopriremo perché è tanto importante per il funzionamento di qualsiasi mezzo di trasporto.

Caratteristiche comburente

 

Il comburente è una sostanza indispensabile per l’avviamento di qualsiasi auto. Si tratta di una sostanza ossidante che a contatto con il combustibile ne permette la combustione. Il comburente è, in sostanza, aria oppure ossigeno. Ma ci sono tante altre sostanze che possono fungere da comburente e quindi permettere la combustione. Tra queste si ricordino in particolar modo: nitrato di potassio, il pergamanato di potassio, la polvere pirica, l’acqua ossigenata, il cotone fulminante, l’aria liquida, il cromato di potassio e il protossido di azoto. Quest’ultimo, in passato, veniva utilizzato come comburente per i razzi.

La reazione che si crea tra comburente e combustibile è sempre molto energica, qualsiasi sia il comburente e qualsiasi sia il combustibile. E’ proprio da tale reazione energica che si crea la combustione. Se la combustione che si viene a creare è particolarmente eccessiva allora sarà necessario l’ utilizzo di agenti estintori con un forte effetto anti comburente. L’agente anti comburente per eccellenza atto ad estinguere qualsiasi tipo di combustione è sicuramente l’anidride carbonica.

Molte delle sostanze sopra menzionate danno vita il più delle volte ad ossidazioni violente che creano la combustione. La loro limitazione genera la formazione di diossigeno, anch’essa una sostanza atta a creare combustione. Il diossigeno a contatto con altre sostanze, specie se queste ultime sono infiammabili, crea forti reazioni esotermiche. Per reazione esotermica si intende una reazione chimica, che genera una trasformazione della materia coinvolta in tale reazione senza però far avvenire trasformazioni sostanziali e misurabili della sua massa. In altre parole le specie chimiche che compongono e sono alla base di quella determinata materia si trasformano in altre specie chimiche, modificando la loro struttura originaria.

Se il comburente è in difetto si verrà a creare un ossidazione limitata del combustibile. Se il combustibile è formato da sostanze in carbonio, un difetto di comburente, in particolar modo se si tratta di ossigeno, può provocare la formazione , a seconda delle condizioni, di : monossido di carbonio e nero fumo.

Ultima modifica: 18 Luglio 2018