Bosch alla scoperta di cosa ne pensano i guidatori della guida autonoma

2215 0
2215 0

Lo sviluppo delle tecnologie di guida autonoma è in costante crescita. Molte aziende automobilistiche sono sempre più impegnate nella costruzione di un futuro in cui le auto si occuperanno da sé degli spostamenti. Ma gli utenti, i guidatori di oggi e i potenziali clienti di domani cosa ne pensano veramente?
Se lo è chiesto anche Bosch, uno dei marchi tecnologici più attivi in questo campo, che da tempo lavora accanto ai brand a quattro ruote. La curiosità è sfociata in un’indagine che ha coinvolto sei paesi del mondo (Brasile, Cina, Germania, Francia, Stati Uniti e Giappone). Ecco cosa è venuto fuori.

Leggi anche: Bosch presenta i principali sistemi per la guida autonoma

LO STUDIO
Il campione d’indagine è composto da circa 6mila individui di età superiore ai 16 anni, tutti guidatori, divisi in mille unità per ogni nazione.

Indagine guida autonoma Bosch 1
(Foto: Bosch)

RELAX E MINOR FATICA
A quanto pare la maggioranza degli intervistati nell’indagine Bosch non è per nulla contraria alla guida autonoma. Anzi, la speranza è che questa innovazione possa portare maggior comfort e minore stress per chi sta al volante. Il 67% dei soggetti considera tale tecnologia utile per i viaggi sulle lunghe distanze, nei quali è più facile stancarsi. Il 61% ha pensato ai viaggi di piacere, per i quali è importante ridurre al minimo qualsiasi fonte di affaticamento. E il tempo guadagnato verrebbe impiegato in altre attività. Le più gettonate sono risultate essere il guardare rilassati fuori dal finestrino (63%) e parlare con gli altri passeggeri (61%).

Indagine guida autonoma Bosch 2
(Foto: Bosch)

UTILITÀ
Un buon 59% ha sottolineato l’utilità della guida autonoma per le situazioni di traffico intenso: eliminare lo stress degli ingorghi stradali appare molto importante. Anche il parcheggio è stato preso in considerazione: per il 65% è affascinante pensare che l’auto si occupi da sé di fare le manovre per posteggiare. Il 60% gli affiderebbe molto volentieri anche la ricerca di un “buco”, soprattutto nei centri cittadini. Molti (il 68%) si aspettano più convenienza dai veicoli a guida autonoma (e qui bisognerebbe capire meglio il ragionamento). Mentre il 60% si dice fiducioso di una maggiore sicurezza.

Indagine guida autonoma Bosch 3
(Foto: Bosch)

UN MOTIVO PER ACQUISTARE UN’AUTO AUTONOMA
Dai risultati Bosch emerge che più della metà degli utenti (54%) considera le opzioni offerte dalla guida autonoma elementi che renderebbero più attraenti i veicoli per un eventuale acquisto. Di questi la maggior parte sono uomini (52%).

Si tratta di dati molto incoraggianti, ma è necessario tenere in considerazione il fatto che il campione preso in esame, anche se ampio, non copre in modo esauriente il panorama dei mercati mondiali. Quali sarebbero le risposte, per esempio in Italia, India, Regno Unito o Emirati Arabi?

Ultima modifica: 18 Luglio 2017