I modelli BMW che si svalutano di meno

1575 0
1575 0

Da anni, BMW è tra i Marchi automobilistici più desiderati al mondo e questo amore è destinato a durare. Anche nei paesi dove le auto di classe economica vanno per la maggiore, BMW sembra essere ancora forte nel mercato dell’usato. Tuttavia le BMW mantengono bene il proprio valore e tutti i modelli sono comparabili?

Una ricerca condotta da carVertical, società che si occupa di ricostruire la storia dei veicoli, ha rivelato quali sono i modelli di BMW con il valore residuo migliore e peggiore.

I SUV sono i modelli che hanno un valore residuo migliore

Nell’ultimo decennio, i SUV sono stati di tendenza e le auto BMW non fanno eccezione. La Serie X ha il miglior valore residuo tra tutti i veicoli BMW, superando modelli noti come la Serie 3 o la Serie 5.

BMW X1 2020

Una BMW X1 di 3 anni ha un valore residuo del 62,4%, il che significa che ha perso quasi il 38% del suo prezzo. Dopo 5 anni, il suo valore scende al 48,8% e dopo 10 anni al 24,5%. In tutte le fasce d’età delle auto, i SUV BMW detengono il valore maggior: una X3 di 3 anni ha un valore residuo del 49,8%, la X5 del 66,6% e la X6 del 73,3%. Questi numeri appaiono eccezionali se comparati alle BMW non SUV.

Naturalmente, i modelli X non sono immortali: nel lungo periodo il valore è destinato a diminuire in modo significativo. Un X6 di 10 anni ha un valore residuo di solo il 21,7%, con numeri simili su tutta la linea: X1 ha solo il 24,5%, X3 il 28,4% e X5 il 20,3%. In altre parole, mentre l’X6 è uno dei SUV più costosi sul mercato, dopo 10 anni perde gran parte del suo valore.

Gli acquirenti di BMW nuove vogliono tutto il lusso e le ultime innovazioni. Tuttavia, questo è meno rilevante nel mercato delle auto usate, dove gli acquirenti preferiscono auto più economiche da mantenere.

Alcuni modelli perdono più della metà del proprio valore in 3 anni

La Serie 7 è uno dei modelli più costosi della gamma BMW. Tuttavia, dopo aver lasciato la concessionaria, il suo valore scende molto velocemente. Una Serie 7 di 3 anni ha un valore residuo del 40,5%, che scende fino al 14,4% dopo che questo modello ha raggiunto il traguardo dei 10 anni.

La BMW Serie 7 è costruita per un pubblico specifico che apprezza il lusso e lo status. Tuttavia, la manutenzione complicata e costosa rende questa BMW meno attraente nel mercato dell’usato. Le persone che cercano un veicolo usato di solito vogliono spendere il meno possibile per le riparazioni. Una vecchia BMW 7 non è un’auto efficiente in questo senso.

Il picco di popolarità dei SUV ha sottratto una grossa fetta di mercato alle auto convenzionali, danneggiandone il valore residuo. La BMW Serie 3 e la Serie 5 perdono metà del proprio valore durante i primi 3 anni. Dopo 10 anni, la Serie 3 ha un valore residuo del 18%, mentre la Serie 5 del 19,3%, inferiori a qualsiasi auto della Serie X.

I modelli coupé sportivi possono essere un buon investimento, ma c’è un problema

Mentre alcuni modelli esclusivi come la Serie 6 hanno un valore residuo elevato dopo 3 anni (90,9%), esso nel periodo successivo inizia a diminuire rapidamente. Ad una Serie 6 di 5 anni è rimasto solo il 56,2% del proprio valore, che rappresenta una diminuzione non da poco in soli 2 anni.

Dopo 5 anni, la garanzia del produttore scade, il che fa aumentare i costi di manutenzione della Serie 6. Trattandosi di un modello di lusso, nessuno vuole rischiare gli alti costi di manutenzione e il prezzo di mercato scende.

Questa non è certo una sorpresa, considerando che molti veicoli sul mercato dell’usato vengono venduti con danni nascosti che sono costosi da riparare. Le auto di lusso come la BMW Serie 6 sono un ottimo candidato per tali truffe, poiché i venditori, nascondendo la verità, hanno un grande margine di guadagno. Di conseguenza, l’acquisto di coupé costose, anche dopo il loro quinto anno di ammortamento, è consigliabile solo dopo aver controllato la cronologia dell’auto e aver fatto un’ispezione approfondita.

Lo stesso vale per i modelli BMW sportivi, come gli M2, M3 o M5, che hanno mantenuto un alto valore residuo nel corso degli anni. Alcune vecchie generazioni di auto M possono persino essere più costose rispetto a 10-20 anni fa, quando lasciano l’impianto di assemblaggio. Tuttavia, questa crescita di valore ha poco a che fare con le considerazioni quotidiane: si tratta di auto ricercate da collezionisti e appassionati.

Leggi ora: BMW svilupperà nel 2027 una architettura per motori diesel e benzina

 

 

Ultima modifica: 12 Marzo 2023