Servosterzo: tutti i pezzi di ricambio disponibili

3577 0
3577 0

Il servosterzo è un sistema particolare che aiuta il conducente di un veicolo ad effettuare le manovre di parcheggio in modo più agevole.

Le auto attualmente in commercio dispongono di dispositivi che si attivano in mnaiera automatica, adeguandosi alla minore o maggiore velocità dell’auto. Pertanto, se si va pi spediti, il volante diventa, per così dire, più duro, in modo che l’auto non sbandi mentre si guida. Mentre, se si va piano il volante sarà più leggero e facile da far girare, soprattutto durante le manovre di parcheggio.

Olio servosterzo

 

L’olio per il servosterzo, o olio idroguida, è lo stesso che viene anche impiegato nelle trasmissioni automatiche. Si tratta di un sistema che agisce mediante un fluido, appunto l’olio, che rende pi leggero il volante, accrescendo la funzionalità di sterzare delle ruote del veicolo, rispetto alla capacità stessa del volante. Per essere efficace un olio per servosterzo deve possedere specifiche proprietà, poiché andrà ad agire riducendo l’usura dei componenti meccanici, sulla resistenza all’ossidazione, sulla stabilizzazione della temperatura e servirà a mantenere la fluidità anche a basse temperature.

Quando si utilizza l’olio per servosterzo, bisogna fare attenzione al tipo impiegato perché in commercio ve ne sono diversi. Solitamente, si trovano tutte le informazioni utili al tipo di olio da usare, riportate sul libretto di uso e manutenzione. Tuttavia, quello che si può trovare più facilmente è quello che riporta specifica indicazione Dexron, ma ve ne sono anche altri tipi ugualmente validi come, ad esempio, il CHF o Febi.

Ognuno di questi è particolarmente indicato per specifiche vetture. È facile distinguere l’olio per il servosterzo, poiché solitamente provvisto di un tappo nero oppure verde, su cui è riportato il segno del volante. Sul tappo di chiusura dell’olio per servosterzo, o idroguida come viene anche definito, si può trovare l’astina del livello. Per sapere quale sia il giusto livello da versare, sarà sufficiente tenere come punti di riferimento le tacche indicate con l’indicazione di MIN e MAX, riportate sull’astina.

Liquido servosterzo

 

Gli oli, così come i diversi liquidi, hanno un’enorme importanza per il corretto funzionamento di un veicolo. Per questa ragione è molto importante prestare attenzione al livello del liquido del servosterzo, così come degli altri componenti del veicolo. Per poter scegliere il liquido servosterzo più indicato per la propria auto, sarà basilare fare riferimento alle indicazioni del marchio costruttore che si possono trovare riportate nel carnet di manutenzione.

Spesso, sono gli stessi centri di manutenzione o rivenditori autorizzati a fornire i consigli utili per poter identificare e scegliere il liquido più adatto, in relazione alle differenti norme e indici di viscosità. Quest’ultima, solitamente, si può valutare tenendo in considerazione la resistenza allo scolo dell’olio, oppure in riferimento alla temperatura.

Bisogna, in ogni caso, prestare la dovuta attenzione al ricambio e livello del liquido del servosterzo, poiché esso è di fondamentale importanza in tutti quei veicoli che hanno, appunto, un servosterzo affinchè sia reso efficiente. Il suo livello dovrà essere sempre tra i due indici estremi di minimo e massimo. Nel momento in cui dovesse verificarsi che questo livello si riduce, allora potrebbe risultare necessario un attento controllo, per capire se vi siano problemi.

 

Pompa servosterzo

 

La pompa del servosterzo è uno dei componenti fondamentali per l’efficienza stessa del volante durante le manovre di parcheggio. Rende più maneggevole la guida del mezzo e soprattutto più semplici le manovre di parcheggio, in aree in cui potrebbe risultare più difficoltoso e con spazio assai ridotto.

Passiamo ora a capire quale sia il suo funzionamento. La pompa del servosterzo o dell’idroguida si basa su di un dispositivo meccanico collegato all’albero motore, ma anche su dei tubi che partono dalla pompa per poi giungere alla scatola del volante. La pompa viene messa in azione dal movimento dell’albero motore, per cui, da qui poi immette nei tubi della pompa l’olio idraulico, il quale, una volta che raggiunge la scatola del volante, esplica quella che è la sua funzione fondamentale, vale a dire quella di rendere più maneggevole il volante.

Uno dei principali vantaggi di un servosterzo a idroguida è esattamente quello di rendere più comoda la guida di chi è al volante, soprattutto se si viaggi su percorsi sconnessi, riducendo in tal modo, la fatica di gestire il mezzo, tenendolo sotto controllo anche in caso di foratura degli pneumatici. Nel caso di malfunzionamento del servosterzo a idroguida è facile riconoscerne i sintomi poiché si verificano forti difficoltà nel gestire e far girare il volante. Si può anche avvertire un evidente rumore, oppure vibrazioni percepite nelle fasi di sterzata.

Nel caso in cui dovessero verificarsi tali problemi, la prima cosa che si dovrebbe fare è quella di effettuare un controllo proprio al livello dell’olio del servosterzo. Se questo dovesse essere insufficiente, anche in risposta ad una perdita anomala del liquido, bisognerà ristabilire quanto prima il regolare livello dell’olio, recandosi dal proprio meccanico. In casi estremi, potrebbe anche rivelarsi necessario sostituire totalmente la pompa dell’idroguida.

Spia servosterzo

 

Le eventuali avarie nel servosterzo sono evidenziate dall’apposita spia. Si tratta di una spia luminosa di colore rosso, che raffigura proprio un volante ed è posta nel quadro strumenti. Solitamente, si accende per indicare un malfunzionamento nel sistema di guida elettrica. Come evidenza immediata si può anche notare il volante diventare più duro e difficile da gestire. Da sottolineare anche il fatto che, in alcuni casi, la spia luminosa con su indicato il volante rosso, può anche accendersi per ragioni che non siano legate alla sua specifica funzione.

In tal caso, infatti, l’accensione della spia non è seguito da alcun altro sintomo che indichi dei malfunzionamenti o problemi al volante. Accade assai di frequente, in questi casi, che la spia si spenga poco dopo in modo del tutto autonomo se si spegne e si riaccende il motore. Potrebbe, in alcuni casi, trattarsi più che altro di problemi di natura elettronica che non stiano funzionando al meglio. Per cui, potrebbe rivelarsi utile un’attenta revisione della vettura o degli interventi importanti sul veicolo per risolvere questo problema.

La spia potrebbe, tuttavia, anche accendersi quando vi siano dei problemi legati alla batterai dell’auto e un suo non corretto funzionamento. In questo caso, anche se non vi sono altri evidenti problemi di sorta con il veicolo, ma la spia tende a restare accesa a lungo, è in ogni caso preferibile far sottoporre l’auto ad un controllo di revisione da tecnici esperti. Il costo di tali diagnosi tecniche può variare da un minimo di € 50, sino anche ad un massimo di € 800, in rapporto all’entità del problema.

Ultima modifica: 4 Gennaio 2018