Audi potenzia la ricerca sul diesel sintetico. La corsa ai carburanti verdi

6399 0
6399 0

Audi sta sviluppando la ricerca e lo sviluppo dei carburanti sintetici. In programma c’è lo sviluppo di un impianto per la produzione di e-diesel a Laufenburg, in Svizzera. Che sarà rifornito di energia da una fonte rinnovabile elettrica. L’impianto ha una capacità di circa 400.000 litri.

Come noto Audi da tempo sta facendo ricerche carburanti alternativi. Metano, metano sintetico, benzina e diesel sintetici. L’e-diesel sembra essere quello più futuribile a breve termine. “Al progetto di Laufenburg, grazie ad una nuova tecnologia siamo in grado di gestire in modo efficiente la produzione di e-diesel, rendendola più economica. L’impianto pilota offre la possibilità di uno stoccaggio delle delle energie rinnovabili“. Queste le parole di Reiner Mangold, responsabile dello sviluppo sostenibile di AUDI AG.

Come nasce l'e-diesel, il gasolio sintetico di Audi
Come nasce l’e-diesel, il gasolio sintetico di Audi

Emissioni quasi azzerate di anidride carbonica

Il diesel sintetico ha il potenziale di far funzionare i motori termici a emissioni quasi azzerate di CO2.  Per produrlo, l’impianto converte l’energia idrica in eccedenza in combustibile sintetico. Infatti l’Audi e-diesel viene sintetizzato usando acqua, anidride carbonica ed elettricità. Grazie all’elettrolisi si ottiene l’idrogeno, il quale viene a sua volta fatto reagire con l’anidride carbonica.Da qui nascono gli idrocarburi per l’80% convertibili in diesel sintetico.

Ci sono piani per produrre i primi quantitativi di e-diesel a Laufenburg già nel prossimo anno. Audi col metano sintetico è già molto avanti su questa strada. Ma è chiaro che l’e-diesel, data la diffusione dei motori a gasolio, pur essere un punto di svolta.

Come avviene nello specifico la predizione del diesel sintetico

Per la sua produzione, l’impianto Power-to-Liquid trasforma la corrente in eccesso ottenuta dall’acqua in carburante sintetico. Ciò avviene sulla base di un principio chimico: la corrente ecologica, ottenuta nella centrale idroelettrica, produce dall’acqua idrogeno e ossigeno mediante elettrolisi. Nella fase successiva l’idrogeno reagisce con la CO2 mediante l’adozione di una tecnologia di micro process engineering. La CO2 può essere ottenuta dall’aria o da gas di scarico biogeni e, come per tutti gli e-fuel Audi, è l’unica fonte di carbonio. Si originano collegamenti di idrocarburi a catena lunga. Nell’ultima fase del processo questi vengono separati per ottenere l’Audi e-diesel e cere che vengono impiegate in altri settori industriali.

Ultima modifica: 8 Novembre 2017