Airbus e Renault insieme per lo sviluppo delle super batterie | VIDEO

2485 0
2485 0

Una sinergia speciale, Airbus, colosso dell’industria aerospaziale, e Renault insieme per lo sviluppo delle super batterie I due Gruppi  hanno siglato un accordo di ricerca e sviluppo per rafforzare trasversalità e sinergie e rispondere al fabbisogno di elettrificazione di entrambe le aziende.

La collaborazione, che consentirà ad Airbus di portare a maturazione le tecnologie per i futuri aerei ibridi-elettrici, sarà presentata nel dettaglio all’Airbus Summit, che si terrà il 30 novembre e il 1° dicembre.

I temi chiave: stoccaggio energia e batterie allo stato solido

Nell’ambito di questa partnership, i team di ingegneri di Airbus e del Gruppo Renault uniranno le forze per far progredire le tecnologie connesse allo stoccaggio dell’energia, che è tuttora uno dei principali ostacoli all’autonomia dei veicoli elettrici. La collaborazione si baserà soprattutto sui blocchi tecnologici connessi all’ottimizzazione della gestione energetica e alla riduzione del peso delle batterie e consentirà di studiare le migliori opzioni per raddoppiare la densità energetica delle batterie entro il 2030, passando dalle attuali celle chimiche (ioni di litio avanzati) a unità completamente allo stato solido.

La collaborazione si concentrerà anche sul ciclo di vita completo delle future batterie, dalla produzione alla riciclabilità, per prepararsi all’industrializzazione di questi futuri modelli di batterie valutando, al tempo stesso, la loro carbon footprint in tutto il ciclo di vita.

Le parole di ha dichiaratoGilles Le Borgne, Direttore Ingegneria del Gruppo Renault

«Per la prima volta, due leader europei provenienti da settori diversi condividono le conoscenze tecniche per forgiare il futuro degli aerei ibridi-elettrici. Quello dell’aviazione è un settore estremamente esigente in termini di sicurezza e consumo energetico, proprio come l’industria automotive. Come Gruppo Renault, i nostri 10 anni di esperienza nella catena del valore dei veicoli elettrici ci permettono di contare su una delle migliori competenze sul campo che ci siano, ma anche su una vera e propria competenza nelle prestazioni dei sistemi di gestione delle batterie. Spinti dallo stesso obiettivo ambizioso di fare innovazione e ridurre la carbon footprint, i nostri team di ingegneri si confrontano con quelli di Airbus per far convergere tecnologie trasversali che consentiranno di far funzionare gli aerei ibridi, ma anche di sviluppare i veicoli del futuro» 

Le parole di  Sabine Klauke, Direttrice Ingegneria di Airbus

«Questa partnership intersettoriale con il Gruppo Renault ci aiuterà a far emergere la prossima generazione di batterie nella roadmap dell’elettrificazione di Airbus. Raggiungere l’obiettivo zero emissioni nette di carbonio entro il 2050 è una sfida unica che richiede collaborazione tra i vari settori, a partire da oggi. Associando l’esperienza del Gruppo Renault nel settore dei veicoli elettrici con i risultati che noi stessi abbiamo ottenuto con i dimostratori di volo elettrici, potremo accelerare lo sviluppo delle tecnologie rivoluzionarie necessarie per le architetture dei futuri aerei ibridi del 2030 e oltre. Questo promuoverà anche l’emergere di standard tecnici e normativi comuni per sostenere le soluzioni di mobilità pulita necessarie per raggiungere i nostri obiettivi climatici.»

Airbus e Renault insieme per lo sviluppo delle super batterie

Leggi ora: Renault Austral, la prova del nuovo ibrido

Ultima modifica: 1 Dicembre 2022

In questo articolo