Tesla sviluppa tecnologia di guida autonoma proprietaria

2710 0
2710 0

Finora il colosso di Elon Musk si è affidato a produttori di terze parti come la compagnia che realizza componenti per computer NVIDIA. Ma le cose sono destinate a cambiare dopo l’assunzione di Jim Keller, a cui lo stesso Musk ha affidato l’incarico di sviluppare un nuovo sistema di guida autonoma proprietario completamente da zero.

Musk ha dovuto rivedere la strategia di Tesla in questo campo dopo aver escluso dal progetto Mobileye a seguito di un incidente mortale dove ha perso la vita il “conducente” di una Model S che si trovava in modalità di guida autonoma. Tesla ha comunque continuato a supportare e ad aggiornare i modelli basati sulla tecnologia Mobileye.

Quelli di ultima generazione, invece, come S, X e 3, si basano sulla tecnologia di NVIDIA conosciuta come Tegra PX2. Un progetto su cui poggiano le fondamenta oggi come oggi le più avveniristiche soluzioni di guida autonoma, come i veicoli alla base delle competizioni sportive Roborace. Si tratta di hardware che richiede anni e anni di lavoro e di investimenti, ed è per questo che il nuovo progetto Tesla non sarà certamente semplice da portare a compimento. Prima che la transazione alla nuova tecnologia possa considerarsi ultimata, dunque, serviranno molti anni.

In questo momento NVIDIA è leader nel settore della guida autonoma, insieme a Qualcomm e a Intel, quest’ultima grazie all’acquisizione proprio di Mobileye.

Ultima modifica: 7 Giugno 2017