General Motors Marketplace: in auto si ordina e si acquista il caffè con un’app

1803 0
1803 0

Non servono né contanti né carta di credito: il caffè infatti, negli Stati Uniti, si può ordinare e pagare direttamente dall’auto, grazie a una nuova app chiamata Marketplace che si trova sulle vetture del gruppo General Motors dotate di sistema multimediale OnStar di ultima generazione.

MARKETPLACE: L’APP DI GENERAL MOTORS

Voglia di caffè mentre si guida? Basta qualche click utilizzando lo schermo del navigatore e in breve si ordina e si paga la propria bevanda bevanda, da ritirare al drive-in più vicino, indicato direttamente dal GPS. Si può fare con l’app di General Motors Marketplace, che permette anche di prenotare un tavolo in un ristorante, riservare una stanza d’albergo o fare shopping.

COME FUNZIONA?

Marketplace è la prima piattaforma per e-commerce studiata per funzionare con i sistemi multimediali che hanno connessione 4G LTE montati su auto Chevrolet, Buick, GMC e Cadillac. Nel programma si trova una sezione “Shop”, nella quale si può acquistare del traffico Internet da utilizzare a bordo, ma anche accessori per l’auto con sconti. Si usa durante la guida e utilizza i dati in tempo reale del GPS, come la posizione del veicolo. ”Gli americani in media passano 46 minuti al giorno al volante. Grazie ai sistemi di connessione abbiamo l’opportunità di rendere ogni viaggio più produttivo, così da lasciare ai nostri clienti più tempo libero”, ha spiegato Santiago Chamorro, vice presidente Global Connected Customer Experience di GM.

MARKETPLACE: DOVE FUNZIONA?

Diverse catene di fast food degli Stati Uniti hanno aderito, come Dunkin’ Donuts, Starbucks, Wingstop, che permettono di ordinare dal navigatore e ritirare nei loro ristoranti, e la catena TGI Fridays, che ha attivato la funzione per prenotare un tavolo. Da Shell ed ExxonMobil si può invece fare rifornimento, con Priceline si prenotano stanze d’albergo, attraverso Parkopedia si riserva e paga il posteggio in diverse città, con delivery.com invece si ordinano prodotti o servizi attraverso tavole calde, enoteche, rosticcerie e lavanderie.

Ultima modifica: 18 Dicembre 2017