Toyota, Bmw, Subaru e Mazda: 553 milioni per gli airbag Takata difettosi

2782 0
2782 0

Patteggiamento da 553 milioni di dollari per Toyota, Bmw, Subaru e Mazda. E’ questa la cifra attraverso la quale le quattro Case automobilistiche risarciranno i proprietari di 15,8 milioni di veicoli che montavano airbag Takata difettosi.

L’accordo è stato trovato presso il tribunale di Miami nel corso della class-action promossa dai proprietari delle auto ed è soggetto all’approvazione della corte.

I 553 milioni di dollari, al cambio attuale 494 milioni di euro, sono la cifra che rimborsa il noleggio di auto alternative o di altre spese sostenute dai clienti mentre le loro autovetture di proprietà erano in riparazione.

Questo processo di sostituzione degli airbag difettosi proseguirà per anni, sono decine di milioni le auto da riparare e molti clienti non hanno ancora risposto ai richiami delle Case automobilistiche. Una parte del denaro stanziato da Toyota, Bmw, Subaru e Mazda serve proprio come incentivo per loro, affinché portino il prima possibile le loro auto in riparazione per evitare guai seri in caso di esplosione dell’airbag.

Per ora sono stati sostituiti meno di un terzo degli apparecchi difettosi su Toyota e Subaru, meno di un quinto su Bmw e Mazda. Il difetto riguarda i cuscini degli airbag che usano componenti chimici a rischio di esplosione eccessivamente violenta dopo una prolungata esposizione ad alte temperature. I frammenti che si generano da tali esplosioni possono provocare ferite letali ai passeggeri, tanto che si segnalano già 16 vittime soprattutto negli Stati Uniti.

A febbraio, Takata è stata riconosciuta colpevole in una causa intentata negli Stati Uniti e condannata a pagare 1 miliardo di dollari di risarcimenti.

Ultima modifica: 22 Maggio 2017