Tesla abbandona il cobalto per le sue batterie

1298 0
1298 0

Elon Musk lo aveva già anticipato lo scorso settembre al cosiddetto Battery Day: fra le altre cose, Tesla si impegna a eliminare il cobalto dalle sue batterie. L’azienda di auto elettriche si è già messa in moto in questo senso: dalla fabbrica di Shanghai stanno infatti per uscire i primi esemplari di Tesla Model 3 dotate di nuove batterie Lfp, nelle quali il cobalto è stato sostituito dal fosfato di ferro al litio.

Questo cambio di materiali è significativo per due ragioni. Innanzitutto Tesla può in tal modo tagliare sensibilmente i costi di produzione e dunque anche abbassare potenzialmente il prezzo finale delle sue vetture elettriche. In secondo luogo l’eliminazione del cobalto permette di contribuire a rendere più sostenibile e moralmente accettabile la produzione delle batterie. Il cobalto, infatti, viene estratto in miniere inquinanti e soprattutto, in alcuni casi, gestite da aziende che sfruttano manodopera minorenne.

Ultima modifica: 19 Ottobre 2020