Skoda: calo delle vendite nel 2021, ma l’elettrica Enyaq è andata bene

865 0
865 0

Skoda ha registrato calo delle vendite nel corso del 2021. Con 878.200 veicoli venduti in tutto il mondo, l’azienda boema è calata del 12,9% rispetto all’anno precedente.

Leggi anche: Vendite Rolls-Royce 2021: mai così bene in 117 anni di storia

Le ragioni principali sono le stesse di altre case automobilistiche che hanno visto scendere i propri volumi: la pandemia di Covid-19 e la crisi globale dei semiconduttori.

Occorre però specificare che, nonostante il dato complessivo sia negativo, Skoda ha anche registrato una serie di ottimi risultati in alcuni mercati. Prima fra tutti l’India, dove le vendite sono aumentate addirittura del 108,9% rispetto al 2020, grazie soprattutto all’ottima performance del SUV Skoda Kushaq.

Il mercato cinese è stato quello più colpito dal calo delle vendite, con un -58,8% di auto vendute rispetto al 2020. L’Europa Occidentale, mercato nel quale è inserita anche l’Italia, se l’è cavata con un semplice -5,9%. Presi singolarmente, alcuni paesi europei hanno registrato trend positivi, come ad esempio il Portogallo con +37,4%, la Norvegia a +36,9%, l’Irlanda (21,8%), i Paesi Bassi (19%) e la Spagna (17%).

Skoda ha però sottolineato la buona performance della Enyaq iV, nuovissimo veicolo elettrico della casa boema, con quasi 45mila consegne nel 2021. L’azienda rimane ottimista e prevede un graduale miglioramento della fornitura di semiconduttori nella seconda metà del 2022 e punta con grande fiducia sui nuovi prodotti in arrivo, in particolare sulla Skoda Enyaq Coupe iV e la nuova Skoda Karoq.

Ultima modifica: 11 gennaio 2022