Pagani si da alle fotocamere analogiche: ecco la GP810HP, realizzata con Gibellini

967 0
967 0

Molte case automobilistiche d’alta gamma affiancano ai propri prodotti a quattro ruote anche accessori e oggetti di pregio realizzati con partner esterni. Non sorprende dunque che anche Pagani abbia la sua proposta “fuori dall’ordinario”. In questo caso si tratta di una elegante e preziosa fotocamera analogica a soffietto, la GP810HP, prodotta in collaborazione con la storica casa modenese Gibellini.

Il prodotto finito è il frutto di due anni di ricerca e sviluppo. La GP810HP è in alluminio e titanio: Gibellini si è occupata di fornire il meccanismo interno, mentre Pagani ha pensato al design del corpo esterno, utilizzando tecniche e materiali analoghi a quelli della sue supercar, come la Huayra.

Il treppiede dove appoggia la fotocamera è in fibra di carbonio rivestita in pelle, mentre il piedistallo è in alluminio, fibra di carbonio e Alcantara. I clienti hanno la possibilità di scegliere fra diversi colori e funzionalità.

Horacio Pagani, il fondatore dell’omonima casa automobilistica, ha spiegato il perché ha scelto di investire su questo tipo di prodotto. “Un giorno, un mio amico mi ha regalato una fotocamera analogica Gibellini. Mentre la guardavo, ho pensato alle centinaia di scatti con il cellulare che facciamo senza pensare e senza goderci il piacere di scattare una vera fotografia. Ho pensato alla magia, alla forza e al tempo necessario per catturare un’immagine su una fotocamera come questa, dopo aver riflettuto e meditato a lungo in attesa della luce giusta. Non stai solo fotografando, stai vivendo un’emozione. Ho deciso di entrare a far parte di tutto questo”.

La GP810HP arriverà presto nelle concessionarie Pagani. Il listino prezzi non è stato ancora reso noto.

Ultima modifica: 8 Settembre 2022

In questo articolo